Ebay è una delle piattaforme di vendita più note al mondo. La sua caratteristica è quella di veicolare un enorme quantitativo di annunci di vendita provenienti dalle realtà più disparate. Inizialmente erano più che altro utenti privati a proporre in vendita i propri beni usati con il metodo dell’asta a scadenza con aggiudicazione al miglior offerente.

Nel tempo, però, questa caratterizzazione da mercatino delle pulci del web si è andata modificando, con il progressivo aumento degli annunci di aziende che hanno visto nella piattaforma un’opportunità per ampliare le proprie vendite (inizialmente di prodotti usati, in seguito anche di prodotti nuovi).

Per alcune tipologie di acquisti, in effetti, ebay rappresenta il miglior canale possibile per la ricerca. Basti pensare a pezzi di ricambio, a prodotti fuori commercio da tempo o in generale a necessità particolari che una piattaforma generalista che si approvvigiona attraverso canali tradizionali, come Amazon ad esempio, non può soddisfare.

Gli imprenditori più lungimiranti hanno capito da tempo che ebay può rappresentare un canale di vendita potenzialmente molto interessante. In alcuni casi con il semplice obiettivo di far ruotare un po’ di più il magazzino, in altri con l’obiettivo di ottenere la maggior parte del fatturato. Ad oggi sono numerose le aziende italiane che si sono ingrandite o che esistono grazie ad ebay.

Se è logico che un gommista riesca a vendere più facilmente attraverso ebay i cerchi in lega che ha ritirato in permuta da un cliente, quello che non è così facile da immaginare è quanto sia elevato il volume di questa tipologia di affari in Italia.

Nel 2017 sono stati oltre 35.000 i venditori professionali che hanno venduto i propri prodotti tramite ebay. Tra questi, 121 hanno fatturato (si precisa: solo la quota di fatturato ottenuta tramite ebay) una cifra superiore al milione di euro.

Già questo dato di per sé è notevole. Ciò che colpisce ancora di più è che la propensione ad utilizzare l’e-commerce sia concentrato prevalentemente al sud. Il 48% dei venditori italiani che fatturano su ebay oltre il milione è infatti concentrato nelle regioni che nell’immaginario collettivo sono le meno “tecnologizzate” (la Campania da sola ne vanta il 25%). Molto inferiore la percentuale degli imprenditori milionari del nord (28%) e addirittura la metà quelli del centro (24%).

In realtà è da diversi anni che al sud esistono aziende e startup che producono e vendono tecnologia, ma i luoghi comuni sono duri a morire.

I “milionari di ebay” italiani vendono prevalentemente elettronica di consumo (38%), casa e arredamento (32%), ricambi auto e moto (23%) e abbigliamento (7%).

Il loro numero è in costante crescita negli ultimi anni, il che lascia supporre che le già notevoli cifre di cui sopra potranno essere ulteriormente migliorate nel 2018.

(Visited 131 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesco Reale

Mi piace definirmi lombardo di origine, fiorentino di adozione. In realtà Firenze se ne è ben guardata dall’adottarmi. Non si è neppure sbilanciata su un affido. In sintesi, quindi, sono un apolide, con un accento da autogrill, che vive a Firenze da circa un quarto di secolo. Delle numerose passioni che coltivo, quella per la musica è il filo conduttore dei miei primi interventi su tuttafirenze, ma il mio ego ipertrofico e la mia proverbiale immodestia mi spingono ad esprimermi su qualunque argomento, con la certezza di riuscire a raggiungere vette non comuni di banalità e pressapochismo. I miei contributi hanno uno scopo ben preciso: rincuorare le altre firme, dando loro la consapevolezza che c’è sempre chi fa peggio.