La vicinanza dell’Artemio Franchi e dello stadio Lodigiani, uno di fronte all’altro, è da sempre fattore di amore e “odio” tra gli amanti del rugby e del calcio fiorentino. Da una parte, gli oramai storici disagi quando le due squadre giocano lo stesso giorno, viale dei Mille chiuso al traffico tanto per citarne una. Dall’altra, i tifosi viola che ogni tanto si affacciano a supportare i bianco rosso argento, ricambiati dai tifosi rugbysti che non nascondono un amore sfegatato per la Fiorentina.

A questo rapporto, contribuiscono anche le insistenti voci di dare in futuro il Franchi in concessione al rugby, una volta che il chiacchierato nuovo stadio di calcio verrà realizzato presumibilmente a Firenze nord.  A tutto ciò si aggiungono i vari tentativi di far arrivare il Torneo delle 6 Nazioni a Firenze, i numerosi test match della nazionale: tutti elementi che concorrono alla realizzazione di questo progetto. Inoltre, il Franchi potrebbe anche essere messo a disposizione proprio dei Medicei che, però, ancora faticherebbero a riempire gli spalti di un impianto di tale grandezza visti i numeri dei loro supporters.

Insomma, una certa vicinanza tra le due squadre fiorentine c’è e recentemente è stata fortificata grazie ad un bel gesto simbolico. Lo scorso 3 maggio, proprio presso lo stadio Artemio Franchi, ha avuto luogo un incontro con scambio delle maglie tra i numeri 10 delle due formazioni, Dan Newton per i Medicei e Federico Bernardeschi per la Fiorentina, a suggellare il gemellaggio tra i viola e i bianco rosso argento.

I due atleti, oltre ad essere stati scelti per la similarità del ruolo, sono diventati portabandiera per i reciproci sport a Firenze.

materiale fotografico di CGE per ACF Fiorentina

(Visited 60 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.