Ulster – Zebre

Mentre ci godiamo la finale del campionato del mondo disputata tra Sud Africa e Inghilterra, che ha visto vincenti li Sprinboks e una deplorevole Inghilterra che non ha ben accettato il secondo posto mostrando una mancanza di sportività completamente fuori luogo nello spirito del rugby, ci siamo fatti distrarre dal seguire il Pro14 che, stoico, continua nella sua programmazione di partite.

Cosa è  successo? Il Benetton Treviso ha pensato bene di farci bugiardi di tutti i dubbi che abbiamo espresso la scorsa settimana sulla sua disciplina in campo che è costata un pericoloso recupero nel punteggio da parte dei Southern Kings che poteva mettere in dubbio la loro prima vittoria. Infatti nella quinta giornata del torneo i Leoni affrontano ad armi pari l’Edimburgh Rugby riuscendo, dopo una estenuante battaglia, ad arrivare alla vittoria per 18-16. Partita combattuta, dicevamo, e con poche sbavature se consideriamo la validità dell’avversario piazzato subito sopra, in classifica, ai bianco verdi. Le intenzioni sono ben chiare fin dall’inizio vista la prima meta di Hayward a pochi minuti dal fischio di inizio. Insomma i Leoni sembrano aver iniziato a carburare nella giusta direzione e possono guardare all’imminente scontro con gli Scarlets con una certa dose di fiducia nelle loro capacità. Il quinto posto in classifica, non troppo lontani dall’Edimburgo tra l’altro, e il salto di ben 10 posizioni nel ranking dei club europei, già sono dei risultati apprezzabili.

Dall’altra parte della barricata le Zebre che hanno affrontato, dopo aver sfiorato il successo con i campioni del Leinster, l’Ulster fuori casa. Un buon primo tempo, con tanto di vantaggio iniziale grazie alla meta di Palazzani trasformata da Canna, non basta a fermare la corrazzata nord irlandese che, forte delle precedenti quattro vittorie,  riesce  a ribaltare prima il dominio sul campo e successivamente il punteggio arrivando a chiudere la partita per 22-7. Sempre lodevole la difesa dei multicolor che è riuscita più volte ad arginare l’assalto dell’Ulster ma ancora qualcosa non va nel gioco della franchigia federale e la prossima partita, sempre per il Pro14, li vedrà impegnati contro i Glasgow Warriors, altra prova difficile che Canna e soci dovranno in qualche modo affrontare. Stringere i denti e continuare a combattere, si sul dire in questi casi, ma per ora le prove sono molto dure e i risultati continuano a tardare ad arrivare.

 

Materiale fotografico da ufficio stampa Benetton Rugby e Zebre Rugby Club

 

(Visited 46 time, 46 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.