Comunicata anche la data di inizio del campionato di serie A, al primo ottobre 2017 ed è il momento, per i Cavalieri Union Prato Sesto, di fare un punto della situazione.

La conferma della estensione del numero di squadre partecipanti ai tornei a partire dal 2018 ha decisamente mescolato le carte. Non ci saranno retrocessioni visto che la serie A arriverà ad avere ben 30 squadre dalle originarie 24, squadre che saliranno dalla capiente serie B, ma dall’altra parte la promozione di 2 alla Eccellenza, che arriverà ad averne 12, fa gola a molti. Non dover giocare la finale, ad esempio, semplifica molto le cose, le possibilità raddoppiano.

Sempre confermata la formula a 4 gironi con partite di andata e ritorno con accesso alle relative poule di promozione o retrocessione (formale quest’anno) ed i Cavalieri sono stati inseriti nel girone 4 contro le squadre “più a sud” del movimento rugbystico italiano. Per la precisione dovranno incontrare Gran Sasso Rugby, L’Aquila Rugby, Primavera Rugby, Benevento Rugby e Cus Perugia.

«Non credo che questa novità nel format possa cambiare di molto il livello nella prima fase» è stato il commento di Carlo Pratichetti (nella foto di copertina), allenatore del Cavalesto, una volta interpellato al riguardo ed ha definito il girone «Un po’ duro sia a livello di trasferte che di squadre»
In effetti i Cavalieri non sono dati come i favoriti alla promozione, tale titolo spetta ad altre squadre come L’Aquila o il Colorno, ma il loro lavoro lo stanno facendo bene, rodati da una scorsa stagione particolarmente dura.
Forti del loro vivaio, soprattutto la under 18 che niente ha da invidiare ad altre più blasonate di zona, sicuramente si faranno trovare pronti a tutti gli scontri. In altre parole ne vedremo delle belle!

Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, musicista da tempo immemore, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.