Dopo una lunga pausa dovuta agli impegni della nazionale maggiore che, in pratica, hanno bloccato quasi tutto il rugby italiano, tornano finalmente in campo le squadre seniores della serie A.
Galvanizzati dagli ottimi risultati ottenunti, nel frattempo, dalle squadre giovanili i Cavalieri Union Prato Sesto si sono preparati a forse la trasferta più difficile di questo girone. Il Perugia è stata l’unica squadra che è riuscita a sconfiggere, per ora, il Cavalesto in casa.

Tanta la preoccupazione ma i Prato-Sestesi hanno giocato bene le loro carte riuscendo, abbastanza facilmente, a chiudere la partita a loro favore per 10-36 il che continua a tenerli in testa alla classifica del girone 4 nonostante l’ennesima vittoria dell’Aquila sul Gran Sasso. Gli aquilani ancora non sono riusciti a coprire il gap ottenuto nella prima giornata di campionato, la sconfitta ottenuta a tavolino ancora grava sulle loro prestazioni e ben 4 sono i punti che li separano dal Cavalesto.

Domenica prossima un’altra trasferta aspetta i ragazzi di Pratichetti. Dovranno nuovamente affrontare, stanno giocando le partite di ritorno del girone ricordo, il Gran Sasso. Fondamentale una vittoria con punto bonus per mantenere il primato visto che anche i secondi classificati avranno vita facile contro il Primavera Rugby.

Intanto qualche dichiarazione su vari quotidiani cittadini fa intravedere una certa distensione nelle file dei Cavalieri Union e grandi progetti per il futuro visto che la possibilità di arrivare alla Poule Promozione non è poi tanto remota. La selezione per l’Eccellenza è un altro paio di maniche, gli eventuali avvesari sono ben difficili da sconfiggere, Valsugana rugby e Rugby Lyons tanto per fare degli esempi. Ma la voglia di crescere e tornare tra le grandi c’è

Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, musicista da tempo immemore, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.