Oggi voglio proporvi un piatto “vecchio”, non antico; vecchio, di almeno 40 anni.

Una pietanza che ormai non cucino più da tempo. Un piatto gustoso e appetitoso, ma che si è scontrato con la cucina contemporanea, dove certi alimenti sono messi all’indice per le loro proprietà.

Questa ricetta, cucinata da mia sorella, arrivò in casa mia nei primi anni ’70. La “nouvelle cuisine” nasceva proprio in quegli anni in Francia, e da noi sarebbe arrivata alcuni anni dopo.

Con l’arrivo di diversi tipi di salse, l’influenza della cucina d’oltralpe si iniziava già a sentire, ma fu l’utilizzo della “panna da cucina” a determinare un cambiamento nelle pietanze tradizionali. Tortellini panna e prosciutto, piatto principe per almeno due decenni, ne fu, secondo me, il massimo rappresentante.

La ricetta che vi propongo ha un nome particolare, ma non chiedetemi da dove derivi, mai saputo, ma sempre chiamata così: “salsa alla cazz’Impero”. Ve la propongo con i fusilli.

Fusilli alla Cazz’Impero

Ingredienti:
Fusilli 500g
Cipolla una bella grossa
Tonno 160g al naturale(scatoletta)
Panna 200ml
Sale e pepe q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.

Prendete la cipolla (io ho usato un cipollotto di tropea), tagliatela finemente e mettetela in una padella con un filo d’olio EVO e mezzo bicchiere d’acqua. Fatela cuocere fino a che non diventa trasparente, a questo punto, mettete il tonno e amalgamate bene facendolo cuocere per circa 3 minuti. Se la salsa si asciuga troppo, aggiungete un po’ d’acqua.  Spengete il fuoco e aggiungete la panna facendola amalgamare al composto.

Nel frattempo avrete messo a cuocere la pasta, levatela al dente e fatela saltare nella padella con la salsa.

Impiattate, grattugiandoci un po’ di pepe nero.

L’uso della panna in cucina serviva per coprire i sapori sgradevoli delle pietanze, e per questo motivo in molti sono contrari ad utilizzarla.
Ma in questo piatto veloce da fare, l’utilizzo della panna fa esaltare il tonno e la cipolla regalandoci un piatto dai sapori equilibrati e gustosi.

Vi invito a provarlo e commentatelo e… buon appetito!!

Il vino:

Canavese Bianco “Spumante”
Uvaggi: Uve erbaluce 100%
spuma: leggera, evanescente;
Invecchiamento: da consumarsi entro l’anno
Gradazione alcolica: minimo 11.0°
Colore: giallo paglierino scarico;
Profumo: caratteristico, delicato;
Sapore: fresco, fruttato, caratteristico da brut a extra dry;
Abbinamenti: Aperitivo antipasti e piatti di pesce
Temperature di servizio: 8/10°
acidità: totale minima 5,0 g/l
estratto: non riduttore minimo 17,0 g/l

fusilli-cazzimpero

fusilli-cazzimpero

(Visited 295 time, 4 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.