La febbre del sabato sera? C’è chi la smaltisce correndo. Sono oltre 1.600 gli iscritti alla terza edizione della Firenze Urban Trail, che si apre venerdì 4 marzo e prevede 3 gare differenziate per ogni livello di preparazione, tra cui una 13 km by night. A basso impatto sulla circolazione delle auto

Firenze Urban Trail 2016

Di notte, di corsa, dentro il Giardino di Boboli e su per il piazzale Michelangelo e la collina di San Miniato, con tanto di lampada frontale modello minatore: sabato 4 e domenica 5 marzo torna la Firenze Urban Trail, appuntamento dedicato agli amanti della corsa ad ogni livello di preparazione atletica.

Lo spirito è quello di portare in città la corsa nella natura. Non a caso i percorsi attraversano il monumentale giardino di Palazzo Pitti, il Parco della Rimembranza dietro San Miniato e – per i percorsi più lunghi – le colline attorno a Firenze.

Il taglio del nastro venerdì sera, con l’apertura all’Obihall del Futex, un’Expo tutta dedicata al mondo del trail, dove si effettuerà anche il ritiro dei pettorali per le gare.

Sabato sera, poi, la corsa in notturna, con partenza alle 21 da piazza Santa Croce e 13 km di corsa su e giù per il centro della città. In coda ai runners partiranno un centinaio di camminatori, per la Firenze Urban Walking, che ricalca grossomodo lo stesso percorso. Gli iscritti alla corsa by night sono 1.000 e non fatevi venire strane idee: le iscrizioni hanno chiuso con una settimana di anticipo a causa dell’alta adesione. Per motivi di sicurezza, infatti, il numero dei partecipanti è mantenuto sotto la fatidica soglia del migliaio. Inoltre Firenze Urban Trail si propone di impattare il meno possibile sul traffico cittadino (i fiorentini gliene renderanno merito) e ciò è possibile solo mantenendo bassi i numeri.

La circolazione, infatti, non subirà modifiche, solo la chiusura momentanea di alcune strade attorno al piazzale Michelangelo e nella zona di San Niccolò per permettere il passaggio dei runners (circa 1 ora di stop al traffico veicolare).

Stessa cosa vale per il giorno dopo, quando si correranno la 30 e la 45 km, con partenza sempre da Santa Croce e arrampicata sulla collina di Settignano, con ritorno attraverso il Parco Pazzagli di Firenze Sud per la 30 km, proseguimento per il Convento di San Francesco a Fiesole e Montececeri per la 45 km, con ritorno attraverso la Fattoria di Maiano.

Se non dovesse bastare, gli organizzatori di Firenze Urban Trail hanno previsto anche due ulteriori sfide: challenge (13 km + 30 km) e ultrachallenge (13 + 45 km). Gli iscritti al momento sono circa 600.

Insieme a loro correranno anche il campione di pugilato Leonard Bundu e la sorella Antonella, camminatrice e campionessa di NordicWalking, in qualità di testimonial Oxfam, che quest’anno affianca la gara con una raccolta fondi a scopo benefico.

Main sponsor due big del settore trail, Salomon e Suunto, segue il centro di galleggiamento Floating Flo, recentemente aperto a Firenze, che offrirà sessioni di floating scontate del 15% agli iscritti alle gare che volessero fare scorta di energie prima di scendere in pista (o riprendersi dall’impresa poi).

(Visited 98 time, 4 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Puliti

Giornalista, blogger, social media addicted.