Il riso è un alimento che consumiamo abitualmente; l’inverno ci piace cucinare il risotto mantecandolo bene, viceversa l’estate preferiamo cucinare il riso freddo, abbinandolo agli ingredienti più impensabili.

In molti paesi del mondo, invece, il riso viene usato al posto del pane: bianco e scondito, come accompagnamento alla pietanza principale, sia che si tratti di carne che di verdure.

Oggi vi proporrò un piatto di riso, che risulterà un unione di entrambi i  modi d’uso!!

Ingredienti:

Riso 300g
Asparagi 500g
Patate 200g
Ricotta 300g
Parmigiano reggiano 60g
Germogli di soia q.b.
Paprica noce moscata q.b.
Sale e pepe q.b.

Per prima cosa lessate il riso. Pulite gli asparagi e togliete la parte dura eliminandola, fateli poi a tocchetti di due centimetri. Pulite le patate, sbucciatele e tagliatele a tocchetti. Mettete asparagi e patate a cuocere in abbondante acqua salata. Mescolate la ricotta con il parmigiano reggiano, un po’ di paprica e noce moscata, amalgamando bene. A questo punto prendete le patate e gli asparagi cotti e frullateli, ottenendo così una crema di colore verde, aggiustate di sale e pepe, se necessario.
Mantecate il riso, cotto dente, con un po’ di burro.
A questo punto preparate il piatto, aiutandovi con una coppa pasta. Iniziate mettendo come base il riso e poi, a piacimento la salsa di asparagi e patate e poi la crema di ricotta e formaggio o viceversa. A chiudere mettete dei germogli di soia.

I tre strati di sapori divisi nel piatto regaleranno sensazioni diverse, che si sposano magnificamente e, per finire, i germogli di soia, grazie alla loro naturale croccantezza, esalteranno la cremosità di questa pietanza.

Come sempre…

Buon appetito e fatemi sapere!

(Visited 120 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.