Crostoni alle puntarelle di asparagiÈ tempo di crostoni!!!

Si, questo periodo ci riporta a riscoprire i crostoni… pietanza fresca, saporita e rapida da preparare.

La luce del giorno si protrae sin dopo l’ora di cena; il chiarore di fine giornata ci invoglia così ad uscire di casa per godersi la frescura della sera, alla ricerca spesso di un buon gelato.

Ed è proprio per questo che vi proporrò diversi tipi di crostoni facili da fare, gustosi da mangiare, freschi e da  spalmare con sempre nuove salse cremose.

Crostoni alle puntarelle di asparagi:

Asparagi 100g
Mandorle sbucciate 50g
Gorgonzola 50g
Pomodoro rosso 1
Sale pepe olio EVO q.b.

Per prima cosa dovete preparare la salsa come base del crostone.
Lavate gli asparagi, tagliateli lunghi un centimetro circa, lessateli e scolateli bene.
Quando sono freddi, togliete le punte degli asparagi e mettetele in una ciotola a parte, le utilizzerete in seguito.
Mettete gli asparagi rimasti nel frullatore insieme alle mandorle, il gorgonzola e un filo d’olio.
Frullate bene, ottenendo una salsa molto cremosa e, se necessita, aggiungete olio, aggiustando secondo il vostro gusto con sale e pepe.

Io ho usato del pane casalingo toscano, ma potete usare il pane che vi paia più adatto, volendo lo potete leggermente tostare.
Spalmateci la crema di asparagi, metteteci due fettine di pomodoro e infine le puntarelle che avevate messo da parte; aggiungete sale e pepe per aggiustare di sapidità.
Un filo d’olio a piacimento, anche se io non lo consiglio, in quanto la crema dà già la morbidezza richiesta.

Crostone semplice da preparare, che, con l’aggiunta della crema, rendiamo più gustoso e morbido. Il gorgonzola e le mandorle sono sapori che molto bene si abbinano agli asparagi; il pomodoro ci regala la sua acidità e freschezza, ottenendo così una pietanza dai sapori complessi, freschi, gustosi e saporiti.

Accompagnate questi crostoni con della birra chiara, possibilmente al sapore degli agrumi.

Come sempre buon appetito e fatemi sapere

(Visited 389 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.