TuttaFirenze Tutta In Bici!

TuttaFirenze che girella per …. Firenze

Oggi è un giorno speciale: stasera “cucinerò”

…..ma non a casa, come normalmente mi capita. Lo farò  per un gruppo di persone che ritengo speciali, persone che ho avuto il piacere di incontrare nel corso delle mie molteplici attività.

Quando devo cucinare per gli amici, la scelta delle pietanze è relativamente semplice perché conosco i loro gusti. Organizzare un pranzo per persone che non conosco è più complesso, per questo proporrò piatti tradizionali che dovrebbero incontrare il gusto di tutti, almeno spero. Per una cena a due questi problemi non si pongono, perché in occasioni come questa mi sbizzarrisco provando piatti particolari suggeriti dalla fantasia personale e dalle caratteristiche dell’ospite.

Oggi, è diverso. Avrò una platea di persone che conosco solamente attraverso i loro post, le vignette, i filmati e le foto che mettono in rete. Persone che dedicano il loro tempo ad un progetto che io stesso condivido: essere parte attiva della redazione di TuttaFirenze, laboratorio di creatività dove la normalità diventa estro.

Per questo motivo, ho pensato a un menù classico e contemporaneamente creativo, composto, in apertura, da una pietanza con funghi porcini al cavolo verza e ad uno sformato di verdure, che precede una tradizionale zuppa contadina di zucca e ceci;  a cui seguire, la delicatezza dei tagliolini al limone, per poi chiudere con un festival di sapori contenuti nell’involtino di maiale con scamorza e arancia. La cena termina con un dolce al cucchiaio a base di ricotta.

La realizzazione di questo menù è resa possibile grazie alla collaborazione di una squadra composta da persone che, come me, condividono il piacere della cucina e il divertimento di sperimentare e riscoprire sapori dimenticati nel tempo.

Ecco perché oggi è un giorno speciale, stasera due passioni si incontrano e si confrontano.

Buon Appetito!

Cucinorum

Cucinorum, ma non tutti…

(Visited 76 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.