Olio EVO extra vergine di oliva o più precisamente “oro verde”

Sono ormai tre anni che mi dedico alla raccolta delle olive in zona “Santa Maria a Marciola”, sulle colline di Roveta, sopra a Scandicci.

Un buon raccolto, svolto a fine ottobre, tempo bellissimo e soprattutto asciutto, olivi di prevalenza “moraiolo”. Gli alberi, anche se non molto carichi, hanno regalato bei frutti tondi e grossi, quasi come delle palline da ping pong, dal colore nero violaceo.

Pensavo che su tutto il territorio ci fosse stato un buon raccolto, ma così non è stato.

Parlando con dei produttori della zona, ho scoperto che la racconta, se pur di ottimo livello sia quantitativo che qualitativo, era comunque diffusa a macchia di leopardo. Infatti in alcune zone il raccolto si è rivelato scarso, anche se con olive sane e belle. Questo ha determinato l’abbassamento del costo del prodotto finito.

E’ da ricordare come lo scarso raccolto dello scorso anno, a causa della mosca olearia e del clima, avesse determinato una qualità e quantità minore ad un costo maggiore.

Il mio consiglio per un’ottima merenda: una fetta di pane toscano, un filo d’olio EVO e un pizzico di sale, accompagnato da un bicchiere di vino novello: una merenda “da Re”.

Come sempre…

Buon appetito e fatemi sapere!

Ulivi di "Marciola"

Ulivi di “Marciola”

Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.