Gioie e dolori nel Pro 14 per noi italiani. Nonostante il continuo e netto miglioramento nel gioco delle due franchigie soprattutto nelle fasi di attacco, cosa che ancora non si rispecchia del tutto nella nazionale visti i suoi ultimi risultati, le vittorie italiane ancora si vedono con il contagocce.
Torna la vittoria per le Zebre Rugby Club, a digiuno da molto tempo travolte poi settimana scorsa dal Munster, contro il Connacht. Grandiosa la prova di Giambattista Venditti, definito dalla organizzazione del Pro17 il “Bulldozer Italiano”  che ha aiutato a raggiungere il punteggio di 24-10. La partita, giocata in casa davanti ad un pubblico anche troppo scarso, ha permesso alle Zebre di riprendere la scalata della classifica allontanandosi dagli ultimi classificiati, gli Ospreys, e di rendersi pericolosi, appunto, per il Connacht.

Benetton – Leinster

Brutta sconfitta invece per il Benetton Treviso. Dopo una ottima prova della settimana scorsa dove l’Ulster ha dovuto correre, per la seconda volta, ai ripari per non cedere sotto l’attacco italiano, forse è stato troppo l’entusiasmo accumulato. Al punto che il mediano di mischia Tommaso Allan è arrivato a dichiarare alla stampa specializzata, che la successiva partita contro il Leinster era a portata.
Bene avere fiducia nelle proprie capacità ma si sa, nel rugby la palla è ovale, il più forte porta la partita a casa. Il Leinster ha dimostrato di essere un osso ben più duro dell’Ulster e tre sono state le mete segnate dagli irlandesi contro l’unica di Brex. La partita è finita con il doloroso risultato di 10-36 che, fortunatamente, poco cambia in classifica per i bianco verde.

Materiale fotografico da www,pro14rugby.org

Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, musicista da tempo immemore, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.