Il panino, il pasto più comodo e diffuso nel mondo.

Ma è anche il cibo forse meno apprezzato, infatti si consuma velocemente, spesso mangiandolo tra un’attività e un’altra, nelle brevi, a volte rubate, pause pranzo.

Si mangia, il più delle volte, per alleviare i morsi della fame, semplice da preparare, gustoso e appetitoso, che lascia ampia libertà creativa nel prepararlo.

Nella nostra cultura il panino ha molte forme, dimensioni e sapori, dalla rosetta al semele alla piadina, o semplicemente alla schiacciata. Nel mondo anglosassone i tramezzini invece sono quelli preferiti, se poi andiamo nel mondo arabo troviamo il KEBAB, ma ogni paese, ogni gruppo etnico ha il panino che lo rappresenta.

Qui di seguito vi propongo una serie di panini che potrete trovare girando per l’europa e non solo.

In Germania, Austria e Svizzera di lingua tedesca, potete trovare:

LEBERKÄS SEMMEL

Come pane ricorda molto la nostra rosetta, il ripieno è fatto con un polpettone o paté di carne e fegato servito caldo condito con senape dolce. Anche qui le variazioni sono molte, il polpettone viene anche chiamato formaggio a base di carne, e condito con altre salse.

In Inghilterra:

CHIP BUTTY

Servito in un pane bianco morbido tipo a cassetta, patatine fritte con aggiunta di Ketchup.

In Francia oltre alle innumerevoli baguette:

CROQUE MONSIEUR

Il Croque monsieur è un sandwich (o toast) tipico francese, preparato con fette di pane in cassetta, o pane raffermo, immerso nell’uovo sbattuto, riempito di prosciutto cotto e formaggio groviera grattugiato (stile julienne), gratinato e servito caldo. Anche in questo caso ci possono essere diverse varianti.

In Portogallo:

FRANCESINHA o la “piccola francese”:

Due belle fette di pane con dentro del salame, salsiccia, una fetta di vitella, del chouriço (varietà locale di salsiccia di maiale salata in salamoia) e wurstel. Poi si aggiungono il formaggio fuso e la salsa alla birra.

In Turchia

DONER KEBAB

Lo conosciamo tutti benissimo. Ce ne sono numerose varianti in tutto il mondo: carne di manzo, pollo, agnello o vitello, cotta su uno spiedo verticale, avvolta poi in una pita o piadina (o in altri tipi di pane) imbottita con cipolla, patate fritte, lattuga e pomodori. E salse, piccanti e non.

Questi sono solo alcuni esempi e vi invito a farmi sapere che panini magerete girando per il mondo.

Io intanto mi faccio una schiacciata con la mortadella o mortazza….!

Buon appetito e fatemi sapere…

(Visited 90 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.