Mentre osserviamo, sotto i riflettori e le telecamere di mezzo mondo, i colori azzurri inevitabilmente affondare contro la marea nera degli All Blacks (con tutte le critiche del caso) rischiamo di non notare le ottime prove delle ragazze della palla ovale italiane. Scarsamente pubblicizzati, se non tramite i soliti canali degli appassionati e addetti ai lavori, e fortunatamente, va detto, trasmessi sempre via streaming, i test match della nazionale femminile continuano a non avere il riscontro che realmente meriterebbero. Tante le promesse alle ragazze della palla ovale, come l’ultima voce che vorrebbe lo stadio Flaminio a disposizione della nazionale femminile una volta finito il suo restauro, ma in Italia “il rugby è rosa solo quando gioca la nazionale” e le mancanze da parte della federazione nel loro ambiente sono a dir poco epocali.

In barba alla indifferenza le ragazze di Di Giandomenico continuano invece ad avere un andamento in ascesa, il primo loro test di quest’anno ci ha regalato una netta vittoria contro le già sconfitte scozzesi ma il risultato della seconda prova era tutt’altro che ovvio. Per la prima volta si sono trovate ad affrontare, presso lo stadio Chersoni a Prato, le sud africane arrivando a dominare tutto l’incontro! Una bellissima vittoria per 35-10 contro una squadra di una nazione che ha una grandissima tradizione rugbystica.  Eccezionale invece la reazione italiana alla prima marcatura sud africana, avvenuta addirittura al 5° minuto di gioco, con Stefan e Sillari che portano il punteggio alla fine del primo tempo per 16-7. Nel secondo tempo sono le italiane a menare il gioco e una meta tecnica regalata dalle avversarie completa l’operato.

Il novembre delle Italdonne le vede imbattute e comodamente posizionate in settima posizione del ranking mondiale, risultato ricordiamo mai raggiunto dai colleghi maschi impegnati però in scontri ben più difficili, e pronte alla preparazione del prossimo impegno il Women Six Nation che inizierà il prossimo 10 febbraio. Il primo scontro le vedrà nuovamente affrontare la Scozia!

Materiale fotografico da Ufficio Stampa Federazione Italiana Rugby

(Visited 24 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.