eatprato mortadella di prato

Mortadella all’alchermes, vino e fichi di Carmignano, farina 0-1, vermouth bianco e gli unici, veri e originali biscotti di Prato: dal 17 al 19 giugno il meglio dell’enogastronomia pratese è al centro di un evento che val bene la trasferta. EatPrato presenta un ricco menu di cooking show, degustazioni, food-contest per blogger da tutta Italia. Ma soprattutto ci saranno loro, i prodotti tradizionali della vicina Prato, che difficilmente si trovano al ristorante e mai al supermercato.

Organizzata dal Comune di Prato in collaborazione con Associazione Strada dei Vini di Carmignano e dei Sapori Tipici Pratesi e la partecipazione dei principali Consorzi e associazioni di tutela del territorio la kermesse avrà come fulcro piazza del Comune, che si trasformerà in un vero e proprio “villaggio del gusto” dove assaggiare tutte le specialità pratesi, dai famosi sedani all’alta pasticceria.

Ristoranti, wine bar e bistrot di Prato si organizzeranno con cocktail e menu speciali studiati per l’occasione: tra gli indirizzi da segnare il wine bar Le Barrique, il bar enoteca Lo Schiaccino, i ristoranti Le Fontanelle, Razmataz, Logli, Lo Scoglio, La Limonaia di Villa Rospigliosi, il vegetariano Yop e infine il Capriolo, Le Garage Bistrot, Megabono. Questi ultimi tre saranno inoltre protagonisti di altrettanti cooking show.

Già a partire da lunedì prossimo e fino al weekend di EatPrato, alcuni tra gli chef più rinomati di Firenze proporranno piatti particolari a base di prodotti pratesi. Marco Stabile porterà un piatto made in Prato nel suo Ora d’Aria a pochi passi dal Ponte Vecchio, così come Filippo Saporito a La Leggenda dei Frati sull’Erta Canina, Luca Cai al Magazzino di Piazza della Passera e Matteo Fantini da IO – Osteria Personale a San Frediano. Paolo Gori della storica trattoria Da Burde proporrà invece un intero menu a base di prodotti pratesi in trasferta a L’Osteria di Sopra presso Eataly Firenze, in via Martelli: Mortadella tiepida e mostarda di fichi per cominciare, i classici Sedani ripieni per proseguire, Peposo di Razza Calvana, Peschine per dessert. In abbinamento sei etichette di Carmignano, tra cui un vinsanto. Per tutto il mese di giugno da Konnubio in via dei Conti si potrà assaggiare il tortello ripieno di Mortadella di Prato con crema di pistacchio, accompagnato da uno shottino di Americano al vermouth. La Mortadella di Prato sarà inoltre regina della pizza di Santarpia, in largo Annigoni. Fuoriporta i sapori pratesi si potranno gustare a La Tenda Rossa di Cerbaia, San Casciano Val di Pesa.

Ma la sfida è anche online: 20 tra le foodblogger più seguite d’Italia hanno già cominciato a misurarsi con farina, biscotti e mortadella, alla ricerca della ricetta perfetta in grado di esaltare la tradizione culinaria pratese con innovazione creativa. Le tre ricette finaliste del foodcontest saranno protagoniste di uno degli svariati cooking show in piazza del Comune, sabato 18 alle ore 18.

Programma completo e prenotazioni per i laboratori sensoriali dedicati a bambini e adulti su eatprato.it.

(Visited 121 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Puliti

Giornalista, blogger, social media addicted.