La primavera sta arrivando, ma sopra i banchi dei fruttivendoli regnano ancora le verdure invernali.

Ho scelto un bel cavolo romano, verde chiaro, molto bello da vedere, che con le sue infiorescenze e geometrie perfette, ricorda i frattali.
In frigo una confezione di lampredotto, che volevo cucinare per imbottirne dei panini. Allora ho provato ad unirli e devo dire che il risultato è stato più che buono.

Ingredienti:

Lampredotto 700g
Cavolo romano una palla
Aglio due spicchi
Sale e pepe/olio al peperoncino q.b.
Olio extravergine di oliva EVO q.b.

Brodo per il lampredotto
Carota 1, cipolla 1, sedano una costola.

Mettete a cuocere il lampredotto in abbondante acqua con carota, cipolla e sedano. Salate e fate cuocere per almeno un’ora e nel frattempo lessate il cavolfiore.
Prendete una padella, metteteci un filo d’olio EVO e l’aglio: io preferisco farlo a pezzetti, ma se preferite, potete farlo rosolare a spicchio intero per poi toglierlo.
Tirate via dall’acqua il cavolo con l’aiuto di una schiumarola, spezzettatelo e passatelo in padella, facendolo cuocere a fuoco vivace.  Aggiungete il lampredotto tagliato a pezzetti, aggiungete un po’ d’acqua di cottura del cavolo, coprite con un coperchio e fate stufare per almeno 10 minuti.

Servite con una bella spolverata di pepe nero o con un filo d’olio al peperoncino.

Ottimo piatto dai sapori intensi, gustoso e saporito… provare per credere

Buon appetito e come sempre…

…fatemi sapere!

(Visited 75 time, 9 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.

PROSSIMO ARTICOLO

Bigoli o Pici?