Cardiff Blues – Benetton Treviso

Quasi un anno. Per quasi un anno la franchigia federale delle Zebre ci ha lasciato digiuni di vittorie nonostante prove in campo più che pregevoli. Una situazione che iniziava a essere particolarmente difficile per tutti, a partire dal semplice appassionato passando per gli stessi giocatori e staff tecnico fino ad arrivare a chi deve semplicemente trattare l’argomento rugby.
Il progetto Zebre Rugby Club è funzionale? I tanti, che poi così tanti come dicono   non sono se confrontati con altre realtà europee, soldari investiti, hanno fruttato? Dubbi legittimi visti anche i risultati non propriamente esaltanti della nazionale anche se il discorso è ben più ampio.
Il Petrarca Padova poi ha ufficializzato la volontà di proporsi nel Pro14 dalla prossima stagione il che sarebbe andato a discapito, appunto, delle Zebre.
Insomma i giochi sembravano fatti per i multicolor che, invece, in una notevole prova di orgoglio ci regalano una prova a dir poco magistrale.

Chiusa la prima finestra di Challenge Cup le Zebre affrontano per la seconda e ultima volta per quest’anno i Newport Dragons e ben poco c’è da criticare questa volta nella prova degli italiani. Ben 5 le mete segnate sottolineate dal piede sempre più preciso di Carlo Canna (5 calci segnati su 6) particolarmente in forma e non a caso nominato Man of the Match. Risultato finale 12-39, una vittoria con punto bonus che li affianca agli Ospreys nella speranza di un sorpasso nel prossimo turno.
L’ultima meta segnata nella partita, di Maxime Mbandà, ha poi un sapore tutto italiano. Il giocatore ha subito un increscioso evento di intolleranza razziale da parte, purtroppo, di giovanissimi ragazzi. Nato, cresciuto e formato come giocatore italiano,  ha comunque portato alto i nostri colori mettendo a tacere, speriamo, una volta per tutte questi atteggiamenti dai quali non possiamo che dissociarci.

Spreca un’altra occasione invece il Benetton Treviso che ha affrontato i Cardiff Blues. I Leoni continuano a giocare in maniera magistrale ma sempre ci sono piccole sbavature e cali di attenzione che rovinano tutto il lavoro fatto, infatti il calo nella prestazione contro i Blues ha permesso loro di recuperare il divario, arrivato a 11 punti, accumulato e a permettere una marcatura ai gallesi a fine partita rubando la vittoria ai bianco verdi. 31-28 il risultato della cocente sconfitta.
Problematica che ultimamente si affaccia spesso in casa del Treviso, che deve tirare nuovamente le fila del proprio gioco viso che il prossimo turno avremo il derby contro le nuovamente galvanizzate Zebre. Appuntamento allora  il 21 dicembre a Parma!

(Visited 26 time, 26 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.