Come commentare l’ultima partita dei Medicei?
Pasquale Presutti e tutto lo staff della squadra fiorentina sapevano che lo scontro sarebbe stato particolarmente difficile. Andare a giocare fuori casa contro una squadra, il Reggio, che, si è in posizione più bassa in classifica, ma che cerca di scalare, anche con i denti, la differenza di punteggio.
Fatto evidenziato anche dalla loro recente e fragorosa vittoria contro le Fiamme Oro che stanno passando un periodo tutt’altro che felice. Insomma la loro forma fisica è a dir poco invidiabile. Anche se il sorpasso in classifica è difficile, vista la differenza di punti, una certa preoccupazione vela la serenità dei bianco rosso argento.

Infatti la partita vede immediatamente i reggiani in vantaggio e letteralmente assediare la linea delle 22 medicee e soltanto la solita precisione al piede di Dan Newton e la dedizione di Mercerat che è servita come apripista alla prima meta di Rodwell hanno messo una qualche pezza ad una situazione particolarmente difficile.
Nel secondo tempo una bellissima azione sempre di Rodwell, che sfugge alla difesa del Reggio per ben 50 metri, sembra assicurare la vittoria ai Medicei che raggiungono i 23 punti.
Il Reggio non fa attendere la sua reazione e poco ci mette a mettere sotto pressione la difesa fiorentina e colmare, per poi superare, la distanza. Il punteggio finale di 28-23 ci mostra una partita al cardiopalma, avvincente che niente fa criticare alle due formazioni se non una certa disattenzione e, la solita, mancanza di disciplina nelle file fiorentine.

Punto bonus difensivo per i Medicei che ancora guardano a distanza il Reggio, l’inseguitore per la settima posizone. Settimana prossima altra prova difficile in quel del Lodigiani, i fiorentini dovranno affrontare il Petrarca Padova, squadra in corsa per la prima posizione. Riusciranno a mantenere lo standard?

Materiale fotografico da comunicato stampa de I Medicei RC

(Visited 43 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.