Duro fine settimana per la squadra fiorentina che si è trovata ad affrontare un estremamente determinato San Donà fuori casa. Nonostante un inizio parita dove i Medicei giocano alla pari e a viso aperto con la squadra ospitante, vediamo purtroppo un crollo nel gioco della squadra allenata da Presutti e Basson dovuto a una meta su un intercetto fatta da Schiabel che letteralmente sconquassa il gioco fiorentino.
I contropiedi si susseguono e torna a farsi vedere il  “black out fiorentino” che purtroppo troppo spesso si affaccia a turbare gli animi dei giocatori in bianco rosso argento che si concretizza in un quarto d’ora in mano avversaria dove il San Donà riesce addirittura a segnare per tre volte.

Vari i tentativi di reazione, conclusi anche con la meta di Rodwell grazie anche a una maggiore stabilità in campo dovuta all’ingresso in campo della coppia Basson e Esteki. Ma purtroppo non basta. Ancora una meta di intercetto di Schiabel chiude i giochi.

Una sconfitta, per 38-12, dovuta principalmente a un calo di attenzione in campo dei giocatori fiorentini senza nulla togliere agli avversari, estremamente bravi nello sfruttare la mancanza di disciplina che ha fatto mostrare il fianco ai Medicei.

Sconfitta che quasi mette in pericolo la sesta posizione in classifica visto che il Viadana esce vittorioso dallo scontro con il Valsugana Rugby e sale a meno 4 punti dai Medicei. Intanto le Fiamme Oro  vincono sul Verona allungando la distanza con la sesta posizione, diventa insomma fondamentale una vittoria nel prossimo turno per quantomeno consolidare nuovamente il risultato ottenuto. Una ulteriore sconfitta seguita da una vittoria del Viadana pregiudicherebbe, a questo punto, il primato fiorentino.
Il prossimo appuntamento sarà il 6 aprile dove i Medicei ospiteranno nuovamente il Lazio 1927. Non resta che sperare in una prova magistrale degli atleti fiorentini.

 

(Visited 48 time, 6 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.