immagine-internaNon fanno in tempo a finire i test match che il campionato italiano riprende la sua solita routine. Infatti ha avuto luogo la settima giornata dove, in quel dello stadio Lodigiani, ha avuto luogo lo scontro tra i Medicei e il Cus Genova.

I genovesi sono una squadra particolarmente ostica che già ha dato filo da torcere ai gigliati nella partita di andata. Partita che comunque si è conclusa con vittoria, anche se di misura, dei Medicei.  Infatti i genovesi in maglia blu hanno, al fischio di inizio, fatto immediatamente sentire il loro gioco fisico e veloce facendo temere per il peggio tutta la tribuna fiorentina. Anche se sono stati i primi a superare la linea di meta  non sono riusciti a mantenere l’andamento costante cosa di cui i Medicei hanno approfittato immediatamente.

Aiutati dalla precisione del solito Dan Newton i nostri segnano ben tre mete di cui una segnata addirittura dal pilone Furia! Calo però di prestazione dei nostri nella seconda metà del secondo tempo e nuovo sprint dei Genovesi  permette a questi ultimi si segnare ancora portando il risultato a 36-17.
Una partita avvincente, insomma, che porta i Medicei al secondo posto in classifica, subito dopo l’Accademia Francescato.

In trasferta avevamo i Cavalieri Union Prato Sesto che hanno tentato di abbattere la fortezza del temutissimo Pro Recco. Nonostante la preparazione fatta dai nostri durante la pausa per le partite della nazionale i Cavalesto non riesce nell’impresa e cede per 47-21.
Situazione non facile per i ragazzi di Pratichetti che si trovano oramai in fondo alla classifica e il pool salvezza inizia ad essere, purtroppo, vicino.

Settimana prossima potremo nuovamente vedere i Medicei in casa affrontare il Rugby Noceto mentre il Cavalesto  giocherà nuovamente in trasferta contro l’Accademia Ivan Francescato

(Visited 103 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.