Sull’onda degli articoli apparsi un po’ su tutti i giornali di cronaca fiorentina, martedì con la mia bici mi sono diretta felice a Palazzo Vecchio a vedere e provare la caffetteria dentro il cortile della Dogana, inaugurata sabato.
Beh, se il buongiorno si vede dal mattino, meglio fuggire verso altri dolci lidi che in piazza della Signoria non scarseggiano affatto.
Il locale, molto moderno al limite dell’asetticità, sembra uno di quei brutti bar da ospedale con un lungo banco in cristallo, luci chiare al soffitto e un bancone laterale dove bere il caffè e sfogliare un giornale, rigorosamente on-line e sul vostro smartphone, visto che c’è il wi-fi ma neanche l’ombra di un quotidiano.
Dato che per la ristrutturazione hanno speso non poco mi aspettavo molto di più.
Ma veniamo al meglio, passi il locale non troppo accogliente, passi il fatto che non c’è la cronaca, ma le paste surgelate no!
Alle ore 9.45 il bar di uno dei palazzi più frequentati di Firenze non aveva più paste! Come si può far pagare 1,20€ una pasta surgelata quando io mi aspettavo lo spettacolo delle ottime paste del Badiani, come promettevano gli articoli sui giornali?
Ho chiesto subito spiegazioni e mi hanno confermato che di solito (hanno aperto il 19 ottobre!) hanno le paste del Badiani ma che oggi le avevano già finite.
Oddio, ma se aprono alle 9.00!
Dato che non è da me sconsigliare un bar voglio dargli una seconda possibilità e quindi voglio tornare tra un mese e vedere che aria tira.
Per adesso, però, sospendo il giudizio e vi consiglio di provarlo solo se vi trovate a passare da Palazzo Vecchio alle 9.00 in punto, visto che già un ritardo di cinque minuti potrebbe esservi fatale.
Il prezzo: cappuccino + brioche surgelata 2.50€, quasi una rapina!

(Visited 43 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!