18 aprile 2018

Teatrodante “Carlo Monni” – Campi Bisenzio (FI)

Pietro Maroè

ore 21

Presentazione del libro “La timidezza delle chiome”

L’amore per gli alberi di un novello Barone Rampante: “La vita vista da quassù è tutta un’altra storia!”

 

Dice, Pietro Maroè, che prima ha imparato a salire sugli alberi e poi a camminare. Adesso, che ha poco più di 20 anni, Maroè ha trasformato la sua passione per gli alberi in un lavoro, una filosofia di vita. Suo padre, Andrea, è un agronomo e lavora con lui a potare, curare, ascoltare gli alberi. Da questa esperienza è nato il suo libro “La timidezza delle chiome” (Rizzoli) che viene a presentare a “Un mercoledì da scrittori”, intervistato dal professor Francesco Ferrini della Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze.

Maroè vive a Udine e insieme al padre e a degli amici – tutti arbonauti, scalatori di chiome o tree-climber che dir si voglia – ha fondato l’associazione SuPerAlberti, un progetto dedicato allo studio e alla cura degli alberi monumentali delle città. “Il mondo visto dalla cima degli alberi è diverso – dice Pietro -: sembra migliore, è più facile viverci quando scendi. Impari a stare sulla terra come ci stanno le piante. Con calma, con la massima capacità di adattamento”.

(Visited 34 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

ARTICOLO PRECEDENTE

Wander and Pick

PROSSIMO ARTICOLO

Anima e Materia