Pizzeria da Gherardo, Borgo San Frediano 57, Firenze

1aaLo so che non è una vera festa e lo so che è solo una trovata commerciale ma dato che febbraio è freddo, buio e senza feste lasciatemi almeno avere un occhio di riguardo per chi si ama.
Oggi però vado controcorrente e mentre tutti si accalcano a comprare dolci e cioccolatini io vi porto a mangiare la pizza.
Vi ho stupito eh?
Chi l’ha detto che solo la cioccolata è romantica?
Se volete regalarvi una serata veramente intima vi consiglio di lasciare la macchina fuori dalla Porta di San Frediano, imboccare lo stretto Borgo omonimo e fermarvi dopo il Cestello.
Dietro una semplice vetrina vi aspetta la pizzeria da Gherardo che, come vi spiega il cartello, dal 2012 allieta le serate di noi gente d’Oltrarno.
Il locale è stretto e lungo ma arredato con grande cura e gusto, le luci sono soffuse e provengono da antichi lampadari in ferro battuto. L’atmosfera calda e accogliente è resa ancora più romantica dai tavoli che sono piccoli ma veramente piccoli tanto che i piatti a volte si toccano così come le mani e gli sguardi di chi vi si siede.
Qui potete mangiare una delle pizze più buone di Firenze fatta con ingredienti di qualità e grande attenzione alla lunga lievitazione che rende la pasta croccante e molto digeribile proprio come la vera napoletana.
Come a Napoli non potete scegliere tra mille gusti ma solo tra i veri classici della tradizione.
Su ogni tavolino troverete sempre un mazzolino di basilico fresco che vi riporta il profumo dell’estate e vi fa pensare che ormai l’inverno sia finito.
Sarà per il fuoco vivo e caldo del forno a legna, sarà per l’ambiente che vi porta a sussurrare o forse solo per l’intima vicinanza che si crea tra i commensali che qui potete dire di aver mangiato una Vera Pizza… romantica.

 

(Visited 274 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!