Giro di boa e prima giornata di ritorno e i Cavalieri Union Prato Sesto continuano a essere in prima posizione nel girone 4 della serie A. Il che fa seriamente pensare, con uno sguardo al prossimo futuro, all’accesso alla tanto ambita Poule Promozione. Risultato inaspettato, anche l’allenatore Carlo Pratichetti non si aspettava un tale miglioramento. L’aver scommesso su giovani giocatori, che tanto vogliono dare e farsi vedere, è risultato essere una mossa vincente.

Domenica scorsa è stato giocato, in casa dei Cavalieri Union, lo scontro al vertice, appunto, del girone 4 contro l’Aquila Rugby. Come già ricordato è una squadra ben strutturata e di grande tradizione che ha recentemente risolto le proprie difficoltà, addirittua inizialmente sembrava che non riuscissero a partecipare al campionato, invece i verde nero sono sempre in campo a mostrare uno dei migliori rugby possibili.
Dopo la fragorosa vittoria contro il Benevento della settimana precedente l’Aquila si trovava seconda classificata nel girone dietro il Cavalesto, soltanto ad una manciata di punti di distanza.
Non avendo giocato la partita di andata, ricordo vinta a tavolino dai toscani in quanto l’Aquila non è riuscita a schierare la squadra alla prima giornata di campionato, mancava a Pratichetti un precedente di quest’anno per valutare eventuali contromosse vista la rapida ascesa in classifica degli avversari. Insomma, la partita poteva essere un vero e proprio salto nel buio. Invece particolarmente serrata, solo due mete per parte. Paulin e Torri i marcatori per i Cavalieri Union, il piede di Puglia ha permesso di mettere distanza sui nero verde portando il punteggio finale a 17-12.

Considerando l’Aquila forse l’avversario più difficile da affrontare in questo giorne, resta da giocare le successive partite per cercare di arrivare alla semifinale per l’accesso in Eccellenza. Decisamente le squadre favorite sono Valsugana, Colorno, Piacenza e Verona. Ma i Cavalieri Union Prato Sesto, con il loro enorme vivaio, sicuramente daranno filo da torcere.

Materiale fotografico di Mari e Bettazzi

(Visited 268 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.