Alessandro Zanni placcato da David Sisi

Finito il 2017 con le ultime prove degli atleti italiani che ci troviamo a guardare in avanti, sempre intimoriti dai risultati dei colori azzurri a livello internazionale. Infatti l’anno appena passato non ha regalato chissà che soddisfazioni agli appassionati della palla ovale, nonostante un deciso miglioramento fisico, i ragazzi di O’Shea ancora faticano a portare a casa i risultati, vedi gli ultimi test match e nelle coppe la situazione non è migliore. La vittoria è tornata in casa Benetton, finalmente, nei primi due derby italiani contro le Zebre dei tre previsti dal calendario. Una iniezione di fiducia per i bianco verdi che nel prossimo turno dovranno nuovamente vedersela contro l’Edimburgo, ma tali vittorie sanno quasi di un autogol.
Le franchigie hanno recuperato dagli inforni dei nomi importanti e il ritorno in Italia di Edoardo Padovani, alle Zebre per la precisione, dopo il periodo passato al Tolone è visto come un vero e proprio evento. Ma poco più di un mese manca al prossimo Sei Nazioni e la situazione è tutt’altro che rosea visti i risultati delle altre nazionali, come la Scozia, e l’arrivo del nostro ex allenatore Berbizier nella panchina Francese. Il lavoro di preparazione è tanto, forse troppo da fare in così poco tempo.

In Eccellenza i Medicei tenteranno la scalata al quarto posto, ma riuscire a strappare tale primato alle Fiamme Oro combattendo poi contro il fortissimo Viadana sembra impresa impossibile. Ma Pasquale Presutti e tutto lo staff fiorentino hanno già sorpreso il rugby italiano, chissà che non riservino qualche sorpresa nel cassetto mentre aspettano il possibile arrivo dei “cugini” di regione nella massima serie. I Cavalieri Union Prato Sesto continuano a mietere vittorie e la loro determinazione ha dell’ammirevole. Riusciranno nel loro intento? Sinceramente spero proprio di si.

Per concludere il 2018 dovrebbe essere, finalmente, l’anno che vedrà la luce della tanto attesa lega di Eccellenza, con tutte le sue innovazioni. Dopo tanto clamore è calato nuovamente il silenzio sulla questione. Forse la pausa per le festività è stata presa per ulteriori riflessioni al riguardo, speriamo che non sia stato l’ennesimo fuoco di paglia.

Materiale fotografico da pro14rugby.org

(Visited 133 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, musicista da tempo immemore, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.