TTIP

A volte ritorna, o almeno prova a fare notizia. Il TTIP, il trattato di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti, sembra trovare sempre più problemi, o apparentemente tali, sulla strada della negoziazione.

Stando ad un ultimo studio di Bertelsmann Stiftung, una fondazione no-profit privata tedesca,  attraverso un sondaggio condotto da YouGov, è emerso che il sostegno dei cittadini tedeschi ed americani al TTIP sta diminuendo.

Anche se il consenso da quando sono iniziati i negoziati nel luglio 2013 sono diminuiti fortemente, tuttavia lo studio rileva che la maggioranza delle persone in tutte e due i Paesi pensa che un maggior scambio commerciale sia una cosa positiva.

Eppure il TTIP non riesce a raccogliere tali consensi. Stando al sondaggio, emerge che i tedeschi hanno timore che il TTIP possa abbassare gli standard per i prodotti, per la tutela dei consumatori e del mercato del lavoro. Il consenso favorevole all’accordo si attesta al 17%, rispetto al 55% del 2013.

Mentre sull’altra sponda dell’atlantico, gli umori dei cittadini americani sembrano essere più diversificati. Infatti, coloro che in linea di massima sono favorevoli al libero commercio sono in aumento, 82%, rispetto al 2014 che erano il 71%. Tuttavia, solo il 18% dei residenti negli Stati Uniti si oppone al TTIP, mentre solo il 15% lo supporta, approvazione in calo rispetto al 2014.

Un comune denominatore a questo calo di consensi nei confronti del TTIP è la latitanza dell’informazione riguardo a tale accordo. Sia i tedeschi che gli americani denunciano la mancata divulgazione di notizie al fine di informare i cittadini.

Il sondaggio condotto nella più grande economia europea e negli Stati Uniti, dimostra ancora una volta la reticenza della popolazione, e anche nell’ultimo periodo degli Stati alla conclusione dell’accordo.

 

Per approfondimento: https://www.bertelsmann-stiftung.de/en/topics/aktuelle-meldungen/2016/april/in-deutschland-und-den-usa-waechst-die-skepsis-gegenueber-ttip/ 

(Visited 47 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Giacomo Bertini

Classe ’90, dopo una fallimentare carriera calcistica ho deciso di emigrare a Bruxelles per continuare i miei studi universitari, sognando una futuro internazionale. Infatti sto frequentando un Master in Relazioni Internazionali, dopo aver conseguito una Laurea triennale in Scienze Politiche. Mi piace leggere, sia giornali che libri, per mantenermi aggiornato sotto qualsiasi aspetto. Pari alla mia passione per il calcio, c’è solo quella per il giornalismo e la politica. Non sono un grande oratore, però mi piace ascoltare e osservare il mondo che mi circonda ed esprimere con la scrittura i miei pensieri. Ed ora li condividerò con voi.
http://bertinigiacomo.blogspot.it/

TESTTTTTTTTT

Approvato il PNR

TESTTTTTTTTTT

Un pugno alzato