Ultima giornata della regular season del campionato di Eccellenza 2017/2018, ultimo campionato prima della tanto decantata riforma a 12 squadre che vedrà la luce dalla prossima stagione. Motivo di grossa discussione negli ultimi tempi, vista la possibile creazione della lega di Eccellenza continua però a essere osteggiata, soprattutto per una possibile mancanza di risorse economiche già ritenute scarse per le originali 10 squadre.

Un’altra delle maggiori critiche a questo campionato era l’assenza di retrocessione che avrebbe potuto spengere l’interesse delle squadre in coda alla classifica che avrebbero incassato comunque un certo risultato restando in massima serie. Cosa che non è successa anche grazie all‘ultima magistrale prova dei Medicei che, nonostante il recente scivolone in ottava posizione, hanno combattuto contro il fortissimo Viadana  riuscendo a chiudere il loro primo campionato di Eccellenza con una vittoria per 18-10. Poco cambia per loro in classifica, ma il morale adesso è altissimo.

Guardando alla stagione 2018/2019 viene da chiedersi quali saranno ora le mosse dei bianco rosso argento. Un velo di riservo viene tenuto dai Medicei sulla campagna acquisti che verrà tenuta da Presutti e Basson perciò, senza cadere nella tentazione di ascoltare le voci di corridoio, aspettiamo trepidanti il prossimo campionato che promette di essere entusiasmante. Per ora le uniche indiscrezioni vogliono un meritato periodo di riposo per i giocatori fiorentini.

In vetta alla classifica troviamo poi Petrarca, Calvisano, Rovigo e inaspettatamente le Fiamme Oro che riescono a piazzarsi all’ultima partita ai play off grazie alla loro vittoria sul Lazio per 48-17 (in barba a chi affermava che il campionato sarebbe andato a spegnersi). Assicurato l’accesso alla Continental Shield le quattro squadre ora si affronteranno, dal 28 aprile, in un girone andata e ritorno per arrivare poi alla finale che determinerà il Campione di Italia.

Materiale fotografico da ufficio stampa Federazione Italiana Rugby

(Visited 89 time, 2 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.