Sabato scorso al mercato a Scandicci, sono arrivato tardi, erano le 14 circa e quasi tutti i banchi di verdura erano chiusi, ma il banco dei contadini del territorio era ancora aperto. Il mio occhio è cascato su dei peperoncini tondi da un bel colore rosso. Ho chiesto come si potevano cucinare, e la risposta della signora, sempre pronta a dispensare ricette semplici e gustose, mi ha consigliato di farli ripieni, come usa fare lei, suggerendomi la sua ricetta.

Sono rientrato con ben tre chili di peperoncini, che ovviamente non sono riuscito a fare tutti ripieni, ma li ho utilizzati anche per altre due ottime ricette, che però vi proporrò in seguito.

Peperoncini ripieni

Ingredienti:

Peperoncini tondi piccanti 500g
Tonno 120g sgocciolato
Acciughe 4 filetti
Capperi un cucchiaio da cucina sgocciolati
Aceto 500ml
Spezie alloro
Olio extravergine di oliva q.b.

Pulite bene i peperoncini, levategli il picciolo e all’interno togliete i semi bianchi, lasciandoli completamente vuoti. I semi potrete usarli per fare dell’ottimo olio al peperoncino, mettendoli semplicemente in una bottiglia o in un barattolo e ricoprendoli abbondantemente d’olio; fateli riposare per alcuni giorni e otterrete così il vostro olio piccante.

Mettete a bollire l’aceto con delle foglie di alloro. Lavate bene i peperoncini e quando l’aceto inizierà a bollire metteteli in pentola, e fateli sbollentare per 3-4 minuti; toglieteli sgocciolandoli e metteteli ad asciugare su un canovaccio, meglio se rovesciati per far perdere tutto il liquido, se necessario anche una notte.
Preparate la salsa mescolando/frullando, tonno, acciughe capperi e riempite i peperoncini con questa.
Se volete che vi durino nel tempo utilizzate vasetti sterilizzati e dopo averli riempiti di olio, fateli bollire come prevede la normativa. Io li ho semplicemente messi in barattolo con l’olio e conservati in frigo, con la certezza di consumarli in breve tempo.

E’ un modo semplice per fare vostro questo interessante e bell’ortaggio e proporlo in tavola con un po’ di modesto orgoglio.

Come sempre fatemi sapere e…

Buon appetito!

 

(Visited 61 time, 50 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.