C’è stato un tempo nel quale in piazza Duomo a Firenze c’era un ospedale. Vero o falso? Vero, ma questa frase genera una confusione enorme, per due motivi. Perché un tempo gli ospedali erano edifici molto diversi da quelli di oggi e perché il Duomo ancora non c’era. Siete ancora più in confusione? Male, andiamo con ordine.

Prima cosa, quando si decise di iniziare la costruzione del Duomo di Santa Maria del Fiore, alla fine del 1200, la piazza era molto diversa. L’immagine seguente (ricostruzione di Massimo Tosi) vale più di mille parole.

ricostruzione di Massimo Tosi dell'area tra il Battistero e Santa Reparata. Da http://www.gonews.it/2014/01/20/la-citta-prima-di-arnolfo-si-parla-dei-cristiani-del-13esimo-secolo/

Ricostruzione di Massimo Tosi dell’area tra il Battistero e Santa Reparata. Da http://www.gonews.it/2014/01/20/la-citta-prima-di-arnolfo-si-parla-dei-cristiani-del-13esimo-secolo/

Guardate questa figura e prendete come punto di riferimento l’unico edificio che esiste ancora, il Battistero. L’attuale Duomo non c’è ma potete vedere la vecchia cattedrale della città, l’antica Santa Reparata. Questa chiesa aveva un bel portico davanti alla facciata ed era molto vicina alle mura della città. Tra la facciata della chiesa di Santa Reparata ed il Battistero, addossato alle mura, c’era l’antico ospedale di San Giovanni che si estendeva, probabilmente, anche al lato della chiesa.

L’ospedale fu realizzato intorno al 1050 dopo Cristo (quando vi fu una grande ristrutturazione della chiesa di Santa Reparata) e demolito completamente tra il 1296 ed il 1298, assieme alle porzioni di mura della città a cui si era appoggiato. Del resto in quegli anni quelle mura erano del tutto inutili, visto che erano state sostituite da tempo e si stava iniziando a costruire le ultime e ben più ampie difese (lungo gli attuali viali di circonvallazione, per intenderci). Con la demolizione dell’ospedale, i fiorentini poterono camminare senza ostacoli dall’attuale via Calzaioli verso l’attuale via Martelli, passando tra il Battistero ed il Duomo, esattamente come facciamo noi oggi.

Un’ultima cosa. Quando fu costruito l’ospedale di San Giovanni, nell’XI secolo, gli ospedali erano strutture molto diverse da quelli attuali. Quelli di oggi sono luoghi terapeutici. Poco dopo il Mille, invece, erano soprattutto hospitia (termine da cui deriva la parola ospedale), ossia alloggi per i pellegrini o i bisognosi. Si trattava, spesso, di piccoli edifici disseminati lungo le principali vie, dove i pellegrini in viaggio potevano dormire in poveri giacigli e ricevere un pasto caldo. Oppure fermarsi in caso di malattia per essere accolti ed aiutati.

(Visited 229 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Emiliano Scampoli

Archeologo e programmatore, insomma uno dei tanti ossimori viventi. Ha pubblicato “Firenze, archeologia di una città” e altro sulla Storia di Firenze in base ai dati archeologici. Qui scrive una rubrica su quello che c’è sotto Firenze e come influenza ciò che sta sopra.

TESTTTTTTTTT

Natale a strati

TESTTTTTTTTTT

Indovina la porta