Gelateria Il sorriso, via Erbosa 70

Dopo tanto freddo e tanta pioggia questa settimana sembra finalmente arrivata l’estate e complice soprattutto questa ondata di scirocco africano mi è tornata voglia di gelato.
Le giornate ormai si sono allungate, le sere sono tiepide e quindi ho deciso di inaugurare oggi Primo Maggio il mio viaggio estivo tra le gelaterie di Firenze.
Tranquilli i bar torneranno ma da questa settimana si alterneranno al meraviglioso mondo di Messer Buontalenti.
Ho pensato molto da dove cominciare e per essere sincera non avevo chiaro in mente un locale ma più che altro un gusto: il cioccolato.
Quindi la scelta è stata ovvia e scontata perché quando si parla di gelato al cioccolato fondente si parla del Sorriso.
Quando il Sorriso ha aperto era una piccolissima gelateria in via del Paradiso vicino al viale Giannotti, davanti si trovava l’ultima casa colonica rimasta in questa zona di tanti palazzoni e cemento e accanto aveva un piccolo giardino dove gustare in pace un enorme cono da solo 1,20€.
Io allora avevo appena compiuto 18 anni e festeggiavo l’agognata patente con un bel cono cioccolato fondente, pesca e fiordipanna-Nutella.
Oggi sono passati alcuni anni, il locale si è ingrandito e si è ritrovato proprio di fronte alla Coop, ovvero il Mostro di Gavinana, il traffico è aumentato, il giardinetto è stato ancora di più soffocato dal cemento ma il Sorriso è sempre un Paradiso.
Il cono più piccolo ora costa un po’ di più ma la quantità è sempre eccezionale e anche la qualità è rimasta quella di un tempo così come il loro nero e compatto cioccolato fondente che ti lascia la bocca un po’ amara e un po’ dolce proprio come fa la vita.

Il prezzo: cono piccolo ma abbondante 1,80€
Il pezzo forte: i gusti alla frutta sono fatti con la frutta e sanno di frutta! Ricordate in gelateria mai dare per scontato l’ovvio

(Visited 62 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!