Caffè Amerini, via della Vigna Nuova 61

Luglio, ore 11.00, 32 gradi all’ombra vento debole e sahariano, miraggi visivi si alzano dall’asfalto rovente di via della Vigna e io intrepida che tento l’assalto ai saldi, ma prima: la colazione!
Rifletto in fretta come un marine sul Tigri e giungo alla ferale certezza di non riuscire ad arrivare indenne da Gilli, penso di ripiegare da Giacosa ma piú cammino e più palazzo Strozzi si allontana, il fiato si fa corto, passa un autobus e la temperatura sfiora i livelli di fusione dei metalli, cerco un riparo ed eccolo!
Una piccola vetrina, luci soffuse, volte in freschi mattoni sul soffitto e refrigerante marmo bianco alle pareti e un’aria condizionata da malga d’alpeggio.
La mia oasi è il Caffé Amerini.
Il locale era una storica latteria degli anni 40, poi trasformata in questo piacevolissimo caffè: un bel bancone, due salette di piccoli tavoli, buonissima pasticceria e notevoli salati.
I ragazzi che lo gestiscono sono molto carini, sorridenti e fanno buoni cappuccini e caffè.
Una boccata d’aria fresca in questi caldi giorni di luglio.

il prezzo: cappuccino e brioche 2,30
Il pezzo forte: il budino corretto alla marmellata di more o alla cioccolata è un vero piacere, anche estivo.

(Visited 65 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Carlotta Ansaldi

Frutto dell’unione tra San Niccolo’ e la Colonna, nata per il Capodanno fiorentino vivo in Oltrarno… piu’ fiorentina di me forse c’e’ solo la bistecca.
Amo tanto gli animali, i libri, i miei tanti studenti e il mio lavoro di Archeologa per bambini ma la mia vera grande passione sono cappuccino, pasta e cronaca di Firenze rigorosamente al bar!