Nelle ultime settimane ha suscitato parecchio scalpore il ridimensionamento dei risultati ottenuti da Apple nel quarto trimestre dell’anno scorso rispetto alle previsioni. In realtà il problema della contrazione della crescita non è stato un problema esclusivamente di Apple, dato che anche i concorrenti diretti (Google, Amazon e in parte anche Microsoft) hanno fatto registrare risultati trimestrali inferiori alle attese.

Non tutti, però, soffrono in egual misura, dato che Microsoft in virtù dei miglioramenti, sia pur inferiori alle attese, è tornata ad occupare il gradino più alto del podio delle aziende con il maggior valore di capitalizzazione.

Il colosso di Redmond è nuovamente l’azienda che “vale” di più al mondo.

Il fatto è ancora più eclatante se si considera che la precedente posizione occupata da Microsoft in classifica era la quarta. Anche se questa performance è in larga misura una conseguenza del marcato rallentamento fatto registrare dalle aziende concorrenti, il risultato resta comunque degno di nota.

L’occasione è utile anche per analizzare i numeri che hanno portato di nuovo Microsoft sul “tetto del mondo”. Quella che strategicamente si sta sempre più rivelando una scelta vincente è la priorità data ai servizi Cloud, che sono più che mai al centro del business di Microsoft. Il segmento Intelligent Cloud è cresciuto del 24% in tre mesi, con utili di 8,6 miliardi di dollari.

Azure, infrastruttura su cui Microsoft punta ormai da anni, raccoglie risultati positivi, in linea con le previsioni.

Anche l’area denominata More Personal Computer (Windows, Surface, Xbox etc.) ha fatto registrare utili in crescita del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Microsoft ha chiuso il trimestre con entrate complessive per 32,5 miliardi di dollari, anche se questo ha comportato una diminuzione dell’11% nel valore sul mercato azionario. Essendo però quella di Microsoft una contrazione inferiore rispetto a quella di Apple, Google e Amazon, ecco ottenuto il sorpasso.

Da notare che il fatto di essere tornata nuovamente in prima posizione tra le aziende a maggior valore di capitalizzazione al mondo ha spinto un incremento di valore in borsa, che ha portato il titolo Microsoft a crescere in questo inizio anno del 3%.

(Visited 20 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesco Reale

Mi piace definirmi lombardo di origine, fiorentino di adozione. In realtà Firenze se ne è ben guardata dall’adottarmi. Non si è neppure sbilanciata su un affido. In sintesi, quindi, sono un apolide, con un accento da autogrill, che vive a Firenze da circa un quarto di secolo. Delle numerose passioni che coltivo, quella per la musica è il filo conduttore dei miei primi interventi su tuttafirenze, ma il mio ego ipertrofico e la mia proverbiale immodestia mi spingono ad esprimermi su qualunque argomento, con la certezza di riuscire a raggiungere vette non comuni di banalità e pressapochismo. I miei contributi hanno uno scopo ben preciso: rincuorare le altre firme, dando loro la consapevolezza che c’è sempre chi fa peggio.