Un punto. Soltanto un punto ha permesso alla Scozia Under 20 di sconfiggere la nostra nazionale giovanile. La partita è stata giocata ad armi pari e continuiamo a vedere giocare una nazionale Under 20 più che soddisfacente. Belle le azioni, purtroppo visibili soltanto via streaming o negli highlight dei siti specializzati, presentate dall’Italia, però la fortuna non sempre ha premiato, un ribalzo troppo angolato su un assist può mandare a monte una meta praticamente sicura, ad esempio.

Belle, dicevamo, entrambe le squadre anche se alcuni errori hanno rovinato azioni bellissime. La prima meta della Scozia, annullata per un assurdo avanti, poteva dare tutt’altro esito alla partita, ad esempio. Fatto sta che l’Italia giovanile ha dato seriamente filo da torcere agli avversari e l’allenatore Alessandro Troncon non può che esserne fiero visto che anche stavolta il punto bonus, quello di difesa, è arrivato.
Risultato? 17-16 per la Scozia che fa, va detto, stringere i denti.

Ma come procede adesso il torneo? Gli Azzurri sono fuori dal giro della semifinale per il primo posto che verrà disputata tra Nuova Zelanda, Inghilterra, Sud Africa e Francia. Sono però in gara per la semifinale per il quinto posto! I ragazzi di Troncon dovranno vedersela contro Australia, Scozia e Galles! La prima partita sarà, appunto, contro l’Australia il prossimo 13 giugno!

Anche se l’Italia dovesse arrivare ultima in questa semifinale si piazzerebbe in ottava posizione e considerata l’undicesima della scorsa edizione si nota un notevole miglioramento. Si sta realmente muovendo qualcosa?

Materiale fotografico da www.worldrugby.com

Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, musicista da tempo immemore, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.