La mamma ha detto che devo scrivere il mio diario così quando sono grande rileggo e mi diverto e dice che anche lei ha fatto così e si è fatta delle risate a rileggere.

In questi giorni però la mamma non ride dice che i tempi sono bui ma invece c’è anche il sole specie ora che è estate e quando gli ho detto così la mamma ha detto che oggi il buio é dentro le persone. Lei è sempre triste e mi dispiace vederla così però sono anche contenta perché da quando il babbo non c’è posso dormire con lei e mi metto sempre vicina attaccata. Anche la nonna non é tanto contenta e anche lei il marito non ce l’ha ma il babbo però non é morto. La mamma dice che il babbo è a fare il suo dovere di italiano e poi mi strizza l’occhiolino. La mia nonna sta sempre in casa a fare la calza e fa sempre dei maglioni grandissimi e io gli ho detto che sono troppo grandi per noi ma la nonna ha detto che la misura è giusta per chi se li deve mettere. Però quando siamo andati io e la mamma in montagna in bicicletta uno di questi maglioni me l’hanno fatto mettere anche a me e la nonna ha detto che se ci fermavano i tedeschi io dovevo fare finta di avere la febbre che così se mi faceva caldo e bruciavo sembrava più vero. Poi io e la mamma siamo partite la mamma pedalava e io ero contenta perché ero nel seggiolino dietro e la potevo abbracciare. Poi però è cominciata la salita e la mamma è scesa allora io le ho chiesto dove si andava e lei mi ha detto che si andava anche noi a fare il nostro dovere di italiane. Allora ho pensato che si sarebbe visto il babbo e sono stata contenta però la mamma ha detto che il babbo era da un’altra parte. La mamma credeva che io dormivo ma quando è venuto quel signore di notte che se anche è estate aveva degli scarponi pesanti che ho sentito i passi in casa io mi sono svegliata. E ho visto che alla mamma le ha dato dei fogli e le ha detto che erano ordini della massima importanza e che se lei riusciva a consegnarli la guerra poteva finire prima. La mamma era contenta e gli ha dato un bicchiere di vino poi si è alzata anche la nonna e gli ha dato due maglioni di quelli fatti da lei perché ha detto che in montagna fa freddo anche d’estate. Poi il signore è andato via e la mamma piangeva perché ha detto che non sapeva niente del babbo. La mattina dopo siamo partite però la mamma a me mi ha lasciato a casa della Luigina perché in montagna ha detto che era pericoloso. Quando stava per diventare buio ho chiesto alla Luigina perché la mamma non tornava e la Luigina ha detto piano che se questa guerra non finisce presto si finisce prima noi. Poi però quando s’era a cena s’è sentito un rumore e é arrivata la mamma. Io mi sono presa paura perché la mamma era piena di sangue e ho cominciato a urlare ma lei diceva che non era nulla e che stava bene e che era solo cascata di bicicletta. La Luigina allora l’ha fatta stendere e l’ha pulita e diceva che a cascare di bicicletta non ci si riduce così. Poi quando siamo tornate a casa la mamma m’ha detto che il suo dovere l’aveva fatto e così la guerra finiva presto.

Ora sono in cucina a scrivere e in camera la nonna è a mettere una medicina sulle sbucciature della mamma. La nonna ha detto alla mamma che quest’altra volta la mina invece che di striscio se la piglia tutta addosso e poi addio a tutto anche alla resistenza. Ma la mamma ha detto che ora è il momento che bisogna fare tutti qualcosa chi faceva i maglioni e chi invece doveva fare la staffetta. Io non lo so cosa vuole dire fare la staffetta ma mi sa che questa cosa per la mamma vuole dire fare il suo dovere d’italiana. A me mi piace che la mia mamma faccia la staffetta e quando sono grande la voglio fare anche io. Ora vo a letto e ripenso all’indovinello che mi ha detto la nonna e che non ho capito la soluzione: ci sono due mamme con una figliola per uno vanno all’osteria prendono tre uova e ne mangiano una per uno.

(Visited 115 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Sabrina Sezzani

Da lettrice appassionata a scrittrice per passione: Fiorentina DOC lavoro per vivere ma scrivo per divertimento; la mia passione è raccontare storie di donne,e quindi, naturalmente, anche degli uomini con cui hanno a che fare…

TESTTTTTTTTT

Tacco 12