“Tussei come i’Garofano, tu vai un po’ in qua e un po’ in là”

La Sciarpa al collo che sanciva l’ufficialità di ogni nuovo acquisto

“E’ cascata la linea? Speriamo un si sia fatta male!”

La nonna Beppa Beppina

“Mi ha dato la mano…poi me l’ha resa”

I’ Bellini che passava i’ tempo con il colino

Un signore in un elegante cappotto nero che salutava sempre dando del lei

Il Bandierone del Terzo Scudetto

“ZAAAAN ZAAAAAN ZANNNN ZAAAAN”

Il Sullivan Show e lo Spazio Autogestito a Radio Blu

“Capesante col porcinoooo, il frittinooo, Pagodinaaa, la famosa Linguinaaa”

“C’è da frugassi!”

“”A te t’ho scoperto io!” ( rivolto a qualsiasi giornalista fiorentino)

“POPPA CIUFFIII !!!”

“LEI, LUI E L’ALTRA”

“Da oggi siamo ufficialmente in lotta per il terzo scudetto”  ( detto dopo ogni vittoria della Fiorentina)

Mario frustali tutti!

“Reginaldo la Canalis l’ha passaha da parte a parte!”

La cassaforte di Casette d’Ete

“ARRIVEDECCI, ECCI ECCI!”

Le lezioni all’Università del Calcio Parlato

“Roba da rihovero!”

 

Questo e molto, molto altro era Mario Ciuffi.

Mario, il Pontefice Massimo dei tifosi viola, ci ha lasciato oggi all’età di 78 anni.

Per chiunque abbia il cuore viola, è un giorno tristissimo.

Riposa in pace caro Mario, e  Forza Viola, sempre.

 

Ps. Marione già che ci sei dagliela una frustata al principale…. perché tanto si sa che l’è gobbo.  Per portarti via oggi, dopo il godimento di ieri, non può essere che gobbo.

Pps.  Chiedigli anche del Terzo scudetto, magari prima delle frustate. Grazie.

(Visited 482 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Niccolo Lapi

Nato a Firenze nel marzo 1983 è laureato in Storia e Tutela dei Beni Archeologici e in Archeologia Medievale e, visto che evidentemente non era bravo a prendere le strade più facili, ha deciso nel lontano 1991 di amare in maniera viscerale la Fiorentina.
Oltre a tutto questo è anche musicista, appassionato lettore, viaggiatore zaino in spalla nonché, quando capita l’occasione pessimo scrittore della propria biografia essenziale.

TESTTTTTTTTTT

A quel bambino