sallyLunedì 25 aprile
Oggi è festa. Bene. Un’occasione buona per scoprire la tv pomeridiana? Allora: Rai Uno trasmette La vita in diretta, un programma con la preoccupante tendenza a occuparsi di malattie, tragedie e omicidi (e poi lo presenta la Parodi… quella che non cucina). Evitatelo se siete impressionabili. Su Rai Due Detto fatto. Programma factual, in cui dilettanti detti tutor insegnano a fare cose mediante tutorial. Non avete capito nulla? Non importa. L’importante è che costi pochissimo alla casa di produzione. Su Rai Tre c’è Geo Doc, un’istituzione. Invece Mediaset trasmette quasi soltanto film. Preferite uscire? Però la sera tornate in tempo per NCIS L.A. (Come che vuol dire? Allora non state attenti! Los Angeles. Ve l’abbiamo già detto mille volte!). A meno che non vogliate guardarvi Il miglio verde su Rete 4. Bello ma datato. E poi finisce che già albeggia.

Martedì 26 aprile
Secondo i dati auditel, i cold case all’amatriciana battono tutti. Il problema è che gli “avversari” sono Made in Sud su Rai Due, che annaspa, e Ballarò su Rai Tre, che nella classifica degli ascolti è a pari merito con Di martedì trasmesso da La 7. Attenzione però: stasera Mediaset dà la Champions in chiaro e potrebbe togliere qualcosa a Proietti! Per i nostalgici e per i nottambuli, quelli veri, su Rai 5 alle 23,30 va in onda Led Zeppelin Celebration Days. Da guardare. Sappiamo che è tardi ma…

Mercoledì 27 aprile
La Sciarelli e Velvet oscurano TVOI sulle reti Rai. La fiction Fuoco Amico con Raul Bova su Canale 5 boccheggia, nonostante Rete 4 e Italia Uno trasmettano… il nulla. Su Rete 4 la schizofrenia dei programmatori non ha limiti. Ebbene sì, imperversa Terence Hill. Stasera Poliziotto superpiù (Don Matteo è finitooooo!!!). Se invece preferite la certezza di un porto sicuro, andate su Rai Movie. C’è Harry ti presento Sally. Siate sinceri, Meg Ryan (versione non di plastica) che finge l’orgasmo ve la sognate la notte!

Giovedì 28 aprile
Rischiatutto ha spopolato ma la Rai giocava facile (e poi le altre reti pubbliche si sono inabissate). A noi la trasmissione è sembrata lenta e noiosa come il suo presentatore. Niente a che vedere con l’originale, con Mike e le minigonne della Ciuffini. La prova verità è stasera, perché su Rai Uno va in onda l’ennesima fiction Non dirlo al mio capo con l’Incontrada. Comunque il rischio di lasciare la serata del giovedì a Mediaset non sussiste, vista la programmazione del Biscione. E allora stasera alle 22,20 vireremo su La 5 per seguire prima Casa Siffredi, poi Casa Siffredi XXX (ma che vuol dire? Si tratta di una taglia o di… altro?) e poi Siffredi Last Night. Faremo notte ma la curiosità è troppa. Meglio dei Led Zeppelin.

Venerdì 29 aprile
Ritornano. Non a volte ma sempre. Immarcescibili, inossidabili. Carlo Conti e I migliori anni. La Rai continua a rimestare nel passato per cercare di resistere al presente. Che, in questo caso, è rappresentato da Ciao Darwin 7, un programma inguardabile che però molti guardano (venerdì scorso ha vinto Rischiatutto ma di poco). Se volete un consiglio, saltate a piè pari Bonolis e Conti, e andate su Rai 4 per i due episodi di Criminal Minds. Poi prendetevi un’ora per smanettare sul telecomando e togliervi la tensione, e alle 23,35 sintonizzatevi su Rai 2 e guardatevi un episodio di una delle migliori serie televisive: The Blacklist. Dateci retta.

Sabato 30 aprile
Non sapevamo che esistesse anche Sabato in su Rai Uno. Ce ne siamo accorti solo sabato scorso. Abbiamo girato e c’era un servizio intitolato “Vecchiezza mezza bellezza”. Una rassegna di plastiche da spavento. A proposito, finito Ballando con le stal… (maledizione il correttore) stelle e messa sotto formalina la presentatrice, stasera Rai Uno offre Signore e signori Al Bano e Romina, una riproposizione del concerto di Verona del maggio scorso. Ospiti, tra gli altri, Kabir Bedi, i Ricchi e Poveri, Umberto Tozzi, Michele Placido… Per restare in tema, Ulisse con il figlio di Angela, stasera si occupa di Homo Sapiens, Neandherthal… ma lo fanno apposta?

Domenica 1 maggio
Non si può. Proprio non si può. Che festa del lavoro è se è domenica? Ma lo fanno apposta?

(Visited 140 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Duccio Magnelli

Lettore un po’ bulimico, non si limita a leggere qualsiasi cosa gli capiti sotto mano ma decide anche di mettersi a scrivere. Diventa così un giornalista pubblicista che scrive di calcio e si impiccia di tutto il resto. Romanzi compresi. Come i tre che (per ora) portano la sua firma.