Alla fineChissà come si chiama. Quella ragazza bionda seduta in prima fila: la borsa appoggiata sul banco, il giubbotto ancora in dosso, il suo kindle tra le mani e quello sguardo tipico che ti viene prima di un esame.
Siamo in Via Laura: aula 6, secondo piano.
“Devi fare anche te l’esame di storia?”.
“Sì”.
Scambio di sguardi atterriti. Un misto di disperazione e…. Disperazione!
“Sei del corso di Formazione primaria?”.
“Vecchio ordinamento, sì!”.
“Ma la sai?”.
“Poco. Cioè, ho studiato come una matta ma mi ricordo poco”.
Come una matta, sì: giorno e notte. E sabati e domeniche. E se ci fosse stato un ottavo giorno, in queste ultime settimane, avrei studiato pure quel giorno lì. Con il fiato corto, l’ansia da tenere a bada. Combattuta tra la voglia – il bisogno – di stare con i miei bimbi e il bisogno di finire questi benedetti esami. È l’ultimo: il mio ultimo esame!
“Anch’io! Per esempio, ho ancora alcuni dubbi sugli schieramenti della Grande Guerra. Voglio dire…”. E lo so che è maleducato ma faccio fatica ad ascoltarla. Penso ad altro. Penso a dopo. Ora voglio sono pensare a dopo: alla gioia che sarà, tornare a fare la mamma. Alla gioia che sarà, tornare a casa, abbracciarli e poter dire: “Ho finito, bimbi!”.
“Falagiani?!”.
Tocca a me. Tre domande secche. Tre risposte secche. E ho finito davvero! Torno a sedermi accanto a questa bella ragazza bionda che mi appoggia una mano sulla spalla e mi sorride: “Sono tanto felice per te! Brava”. E io mi sento davvero così: felice e fragile insieme. Come alla fine di una corsa lunga e faticosa. E bella.

(Visited 122 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Falagiani

Fiorentina d’importazione. Sono mamma – a tempo quasi pieno – di tre piccirulli. La mia vita è piena e rumorosa. Un po’ un caos! Dicono di me che sono una persona solare e positiva. Sicuramente: sorrido, spesso. Sono laureata in Media e Giornalismo, sto studiando per diventare maestra. E cerco di barcamenarmi tra mille cose, come tutte le mamme. E poi c’è il mio blog SmartMommy (http://www.smartmommy.it/). Per raccontare tutto il bello dell’essere mamma. Il bello anche nella fatica, nell’esaurimento, nello sconforto. Che ci sono – è innegabile – ma sono una parte. Per raccontare che si può fare. E lo si può fare divertendosi.

TESTTTTTTTTT

Quelle foto

TESTTTTTTTTTT

I regali più belli