Oggi useremo, a piacere, la Sbriciolona o la Finocchiona, dipende da cosa vi suggerisce la fantasia. Entrambi gli affettati fanno parte della nostra tradizione ed erano usati dai vinai di un tempo, che le servivano con il vino un pò passato.  Il seme di finocchio, che caratterizza questo salume, serviva a coprire l’odore sgradevole che il vino poteva avere.

Ingredienti

Finocchiona 1 o 2 fette di quelle grandi (6 07 di quelle piccole)
Grana padano e Parmigiano reggiano a scaglie q.b
Pomodorini ciliegini
Limone 1
Radicchio rosso q.b.

Tagliate la Finocchiona a fette larghe ed abbastanza alte, disponetele su un vassoio, spremete mezzo limone e fate uno strato di scaglie di grana o parmigiano. Aggiungete un po’ di pomodori (ciliegini meglio) tagliati a fettine, coprite con del radicchio rosso tagliato sottile e per finire spremete l’altro mezzo limone.

Vi consiglio, come abbinamento, del Lambrusco  servito 16’.

Questo piatto lo dedico a chi in questi giorni, invece di stare al mare girovaga per i meravigliosi borghi sparsi per il nostro paese, non mancheranno di assaporare oltre che le bellezze architettoniche, anche i profumi che li circondano, dai tigli ai fiori, ma soprattutto dagli odori che girovagando per le strade strette ogni tanto sentiranno arrivare dalle cantine dove il profumo del vino è ancora presente, o l’odore del sugo che sobbolle nelle case circostanti.

Travi in vista, il tetto con tegole rosse, mattoni come pavimenti, calce bianca alle pareti, case fatte di grossi sassi, questo è il miglior ambiente per assaporare questo delizioso piatto. Ah, dimenticavo, se per caso vi trovate sotto un fico è ancora più buono.

Buon appetito e come sempre fatemi sapere.

Foto piatto
(Visited 472 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.