Chiudete gli occhi.
Dimenticate il mojito che avevate in mano due settimane fa.
Dimenticate lo svaccamento totale mentre eravate distesi su una discutibile sdraio intenti a scattarvi sempre discutibili instafoto dei vostri socialpiedi sabbiosi rivolti verso la battigia.
Dimenticate la noia/gioia nel decidere ogni quanto rigirarvi sull’asciugamano per abbronzarvi meglio.
Dimenticate tutto ciò.
Fatto? Bene.
Adesso, siete pronti psicomoralmente a tuffarvi in una tre giorni corrosiva di rock, garage, punk, psych funk (boh!?), new wave che vi farà annebbiare gli occhi e sanguinare gioiosamente gli orecchi.
L’evento in questione è il secondo capitolo di Annibale Festival, una tre giorni intensissima, da Giovedì 12 a Sabato 14 Settembre, che riunisce sul palco dell’ Asd Acsi Factory Club di Calenzano una prestigiosa line up da club indie berlinese.
Il festival, nato da una collaborazione tra Cybertree Booking, Le Aspen Club e l’etichetta Santa Valvola, sfoggia degli headliner non indifferenti.
C’è il cazzutissimo quanto sghembo duo garage canadese King Khan & BBQ Show, habitué di festival importanti come il Coachella e l’Austin Psych Fest. Ci sono i livornesi Appaloosa, band apprezzata in Italia e all’estero, dal sound strumentale trascinante, una miscela fatta di diversi ingredienti, dal punk al funk, senza paura. Ci sono i marchigiani Soviet Soviet, band portavoce della new wave italiana più recente, con un album nuovo in rampa di lancio per l’autunno.
A completare un programma così sorprendente, un manipolo di band di belle speranze dell’underground italiano, in ordine sparso: Sonic Jesus, Mum Drinks Milk Again, Whales, Whales!, Sultan Bathery, Plastic Man, Malanga & Baby Blue, The Cogs, Fantastic Bra, We Melt Chocolate, Tanks and Tears e Fallimiento.

Qui, trovate il programma dettagliato di Annibale Festival, per non perdersi un lungo weekend di sudore e rock allo stato puro.

Ps. Potete riaprire gli occhi.

(Visited 62 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Andreas Lotti

Andreas Lotti, nato nell’81, è un giornalista pubblicista appassionato di musica che dopo anni di ricerche e tentativi ha trovato finalmente i pazzi di TuttaFirenze che lo faranno sfogare scrivendo della sua materia preferita. Non sa suonare strumenti ma ha all’attivo una collezione di oltre 500 tra cd e vinili che rappresentano l’unica mobilia di casa sua e l’eredità che lascerà alla fedele gatta, Vaniglia. Rock’n’roll!