Pochi giorni fa è uscita una brochure dedicata all’archeologia distribuita in tutti gli info-point del Comune di Firenze. Questa mappa turistica riporta informazioni utili per visitare o conoscere alcuni scavi archeologici del nostro centro storico e della Provincia di Firenze. Si tratta di uno strumento pensato per chi vuole, con un colpo d’occhio, conoscere le informazioni archeologiche più importanti e sapere ciò che è possibile visitare.

I LUOGHI DELL’ARCHEOLOGIA – mappa realizzata dal Comune di Firenze, Camnes (Center for Ancient Mediterranean and Near Eastern Studies) e Società Neolab S.r.l.

In realtà molti degli scavi e delle indagini fiorentine non hanno avuto esito in musei visitabili, ma qualcosa, per gli appassionati di storia e archeologia, è possibile vedere. Consiglio la visita di tre luoghi, al di sotto dei vostri piedi.

1. Santa Reparata, sotto il Duomo attuale. Si tratta di una visita suggestiva ad una delle prime chiese della città; notevole l’antico mosaico che costituiva la prima pavimentazione della chiesa (http://ilgrandemuseodelduomo.it/sezione ‘Cripta di Santa Reparata’).

2. Lo scavo del teatro romano sotto Palazzo Vecchio. Accessibile previa prenotazione e con guida. Si tratta dei resti del teatro romano di Firenze, poi diventato un quartiere medievale e, infine, parte dell’attuale Palazzo Vecchio (http://museicivicifiorentini.comune.fi.it/palazzovecchio/visitamuseo/scavi_teatro_romano.htm).

3. Il piccolo museo sotto l’Hotel Brunelleschi, dove potrete capire perché la torre dell’Hotel (detta ‘della Pagliazza’) ha una forma rotondeggiante. Visitabile previa prenotazione (http://www.hotelbrunelleschi.it/).

Fino a poco tempo fa esisteva anche un museo, detto di ‘Firenze com’era’ nato negli anni ’90 come prima forma di museo della città. Questo spazio è stato smantellato e sono in corso i lavori per costituire un nuovo museo dedicato alla Storia di Firenze all’interno di Palazzo Vecchio, a partire dagli ambienti dello scavo del teatro. Speriamo che in questo nuovo museo vi siano i necessari contenuti, anche pochi, ma espressi nella maniera più comprensibile.

(Visited 188 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Emiliano Scampoli

Archeologo e programmatore, insomma uno dei tanti ossimori viventi. Ha pubblicato “Firenze, archeologia di una città” e altro sulla Storia di Firenze in base ai dati archeologici. Qui scrive una rubrica su quello che c’è sotto Firenze e come influenza ciò che sta sopra.