Venere propone nuove piacevoli avventure umane e sentimentali. Marte vi tiene al centro dell’attenzione. Giove ricorda di coltivare anche il passato con la gente che c’è dentro.
Mercurio nell’opposto Scorpione vi insospettisce, arrivano messaggi pungenti da decriptare senza reazioni rabbiose che, pure, Marte vi può scatenare.
Le posizioni di Venere e Marte possono innescare battibecchi a getto continuo e rendervi meno tolleranti del solito con lui/lei. Il Sole in Bilancia impone in qualche modo la pace.
Giove e Mercurio vi consentono di dettare legge, vi danno forza di persuasione da usare con familiari che in un modo o nell’altro vi preoccupano.
Per alcuni giorni Venere e Marte vi favoriscono ancora per corteggiare ed essere corteggiati. D’altra parte, Mercurio e Saturno vi indurranno al sospetto e a una maggiore prudenza.
Venere può portare discussioni annose nei rapporti sentimentali. Marte entra nel vostro segno e vi esorta a mettere i puntini sulle i, rendendovi estremamente realizzativi.
Il Sole nel vostro segno sottolinea l’importanza del sostegno reciproco con gli altri, anche se Giove e Lilith vi portano a rannicchiarvi in voi stessi.
Mercurio acuisce la capacità di penetrazione della vostra mente, che dovrete applicare a questioni finanziarie poco chiare e a faccende anche scottanti.
Venere, entrata nel vostro segno, e il Sole donano un’atmosfera gradevole e socievole. Marte, però, vi richiama anche in modo brusco a problemi reali quotidiani.
Il Sole dice che dovete assolutamente confrontarvi con gli altri. A questa condizione Marte vi dà la carica per lavorare in modo da ottenere risultati anche importanti.
Il Sole illumina la vostra dimestichezza nelle relazioni umane, che, d’altronde, con questi Mercurio e Saturno non mancano di momenti anche di forte tensione.
Marte nell’opposta Vergine è un richiamo alla concretezza. Mercurio e Giove vi sorreggono con buone intuizioni e vi danno la capacità di spiegarle agli altri in modo convincente.
(Visited 61 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Enrico Ghetti

Nato a Firenze nel marzo 1971, degli anni della formazione ciò che ricorda più volentieri è il Liceo Classico Galileo, dove ha avuto modo di conoscere molti dei suoi amici più cari, più stimolanti e più originali con cui ha coltivato negli anni varie passioni artistiche: la sua soddisfazione più grande ad oggi è stata recitare come attore protagonista in DepressOne, un paradossale spot per un farmaco prodepressivo; gli piace molto anche fare musica (suona la chitarra); verso i trent’anni ha incontrato l’astrologia e ne è rimasto profondamente affascinato. Negli ultimi anni ha scoperto che scrivendo può comunicare molto di più che parlando; comunque, se opportunamente stimolato, parla pure e, talvolta, anche di sua iniziativa.