Ancora in attesa di conferma definitiva da parte delle federazioni interessate, ma notizia che già gira nelle ultime ore, vuole la partita casalinga tra Italia Scozia e a valida per l’Autumn Nations Cup giocata a Firenze.
Un acronimo “TBC” troneggia infatti nel cartellone che ultimamente gira nei social network, ovvero la notizia deve essere ancora confermata.

Deve essere ben considerata la fattibilità dell’evento, l’apertura o no al pubblico, protocolli e quant’altro. Purtroppo c’è ancora da aspettare per esultare. Già gli ultimi tentativi di riapertura degli stadi nel mondo del calcio fanno poco sperare.
Le voci poi delle condizioni strutturali dell’Artemio Franchi, altra storica casa del rugby nostrano, potrebbero essere variabili che potrebbero andare a incidere sulla decisione finale.

Sogniamo un po’ allora. Un evento in qualche modo ridotto potrebbe essere ospitato al “Chersoni” a Iolo visto che i Cavalieri Union più volte hanno ospitato eventi del genere come una partita tra Italia e Irlanda del 6 nazioni under 20 qualche tempo fa.

Oppure all’impianto “Padovani” ma lì lo spazio sarebbe tiranno. Anche lì gli eventi, tra 6 nazioni femminile e Coppa Italia, non si sono fatte mancare.

Insomma, Firenze ha voluto e vuole essere presente nel rugby che conta. Anche solo per il ritorno economico che un tale evento può portare alla città. Va soltanto vista la fattibilità della cosa. E come sempre noi appassionati siamo qua ad aspettare gli sviluppi. Appuntamento perciò il prossimo 14 novembre, che sia allo stadio o no!

(Visited 19 time, 5 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.