Non conoscevo Gianfranco Baruchello. Mai sentito nominare, lo ammetto. Tuttavia se la Galleria Il Ponte, che offre sempre mostre di ottimo livello, decide di esporre le sue opere, vuol dire che questo Baruchello vale la pena conoscerlo. Mi perdo l’inaugurazione, ma la curiosità rimane e decido comunque di andare a vedere la mostra. Scopro con piacere che ne valeva la pena davvero e scopro anche che Gianfranco Baruchello è un artista livornese del 1924, attivo dai primi anni Sessanta, che vanta una formazione parigina vicina a Sebastian Matta e Marcel Duchamp.
Le opere esposte in galleria, scelte da Andrea Alibrandi, sono 24 opere storiche che abbracciano gli anni dal 1962 al 1978. Già ad un primo sguardo si coglie la volontà da parte dell’artista di instaurare un dialogo intimo con lo spettatore. Non si riescono ad apprezzare le opere di Baruchello se non ci avviciniamo molto, quasi col naso sulla tela… ma solo così ci troviamo proiettati in un microcosmo ricco di dettagli, di elementi talvolta insignificanti, ma tutti raccontati con la stessa minuzia e precisione.
La realtà, narrata attraverso lo sguardo ironico e onirico dell’artista, è frantumata e molteplice ed è impossibile coglierla in una visione d’insieme. “Io faccio delle piccole Cappelle Sistine perché c’è questa enorme molteplicità delle cose” afferma l’artista. “Per me due parole devono essere ventiduemila parole per essere un brandello della realtà così complessa”.
Quindi, soddisfatta di aver colmato questa imperdonabile lacuna, d’ora in poi potrò dire: Baruchello… mi piace!

1962-1978 ventiquattro opere di Gianfranco Baruchello. Fino al 31 gennaio 2014. Galleria Il Ponte, via di Mezzo, 42/b Firenze.
Orario: lun-ven 16-19.30, sabato durante l’esposizione 11-19, altrimenti su appuntamento. Chiuso i festivi. Tel. 055 240617, email: info@galleriailponte.com

(Visited 719 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Beatrice Guarneri

Fiorentina da sempre, amante dell’arte da sempre. Coniuga queste due peculiarità recensendo mostre per TuttaFirenze. Altrimenti potrete incontrarla per le vigne del Chianti in sella al suo fido destriero Sel o sorprenderla mentre coccola la sua tonda miciona Zazie

TESTTTTTTTTT

Antologia 2014

TESTTTTTTTTTT

La guerra di Robert