camillaVa detto. I rugbisti non finiscono mai di stupirmi. Questa volta, sfruttando l’onda di visibilità data dalla serie di eventi degli ultimi tempi, che focalizzano l’attenzione pubblica sul rugby femminile, le ragazze dell’Aeroporto di Firenze rugby 1931 hanno pensato bene di proporsi come pin up della palla ovale fiorentina facendosi immortalare nel loro primo calendario.
Niente di particolarmente esplicito o che possa offendere qualcuno, citando la didascalia del calendario si tratta semplicemente una mostra di corpi assolutamente normali intenti a fare qualcosa di eccezionale. Questa eccezionalità si ripete continuamente, quasi ogni giorno, si tratta del giocare a rugby e il fare beneficenza.

Subito il pensiero corre  ai fratelli Bergamasco che posarono per il calendario dello Stade Français di qualche anno fa (dove la palla ovale andava a coprire le parti critiche dei due con qualche foto che faceva pensare ad un rapporto anche troppo intimo tra Mirko e Mauro) un successo enorme, anche da questa parte delle Alpi. Non so se le nostre ragazze riusciranno ad eguagliare tale risultato, anche se voci danno una vera e propria corsa all’acquisto di questo calendario, ma l’iniziativa è lodevole e merita più visibilità possibile.
Sono infatti a parlarne, nuovamente e con piacere, con il capitano della squadra femminile del Firenze 1931: Linda Giuntini.

Il calendario delle giocatrici del Firenze Rugby. Da dove nasce questa idea?
L’idea è nata a fine dicembre osservando l’uscita dei calendari di diverse squadre e discipline sportive, ci siamo dette “ perché non ci proviamo anche noi?”. Il nostro maggior  “tifoso” è stato  Niccolò Donzelli di Aria advertising, tra le altre cose rugbysta , che ha sostenuto e sponsorizzato  l’iniziativa ,  dandoci la possibilità di lavorare con un fotografo professionista come  Andrea Cresci  che  non solo ha realizzato i bellissimi scatti, ma ha anche  appoggiato l’iniziativa. Non smetteremo mai di ringraziarli per i preziosi consigli e l’entusiasmo che ci hanno trasmesso nella realizzazione del calendario.

Siete riuscite a fare, nonostante i corpi nudi, delle foto molto caste. Scelta stilistica o necessità ?
La scelta è stata ispirata dal fine che ci siamo proposte nel fare un calendario: dare visibilità alla onlus NPS , il cui motto per la prevenzione del virus dell’HIV è “VESTITI PRIMA”.

Che reazione c’è stata da parte delle giocatrici durante il servizio fotografico?
Come mi ha fatto notare una mia saggia compagna di squadra”…in fondo sembrerà di essere nello spogliatoio dopo un allenamento di rugby”…e così è stato.

Una iniziativa del genere ha sicuramente portato lustro ad una società come il Firenze Rugby . In che modo “la parte maschile” vi ha sostenuto?
Nel rugby come nella vita e nelle cause nobili, non c’è una “parte maschile” e “una femminile”, ma una squadra che lavora insieme aiutandosi a vicenda.

Quale è il parere dei vostri allenatori?
I nostri allenatori sono molto entusiasti, lavorare insieme sul campo è fondamentale, ma anche fare squadra insieme per un obiettivo comune al di là del campo fa la squadra.

duoState facendo una tipologia particolare di beneficenza, in cosa consiste?Nps , acronimo di Network Persone Positive (http://www.npsitalia.net/) e le ragazze del firenze Rugby hanno voluto fortemente unire le loro forze, ricordandoci ogni giorno che il sostegno è fondamentale in ogni battaglia , dando voce a qualcosa di cui non si parla più o comunque sempre troppo poco: la prevenzione dell’HIV. Questa iniziativa ci dà la possibilità di usare una parte del ricavato in beneficenza continuando così a dare sostegno.

Il calendario verrà venduto soltanto alle partite del Firenze o ci saranno altri canali di vendita?
Al momento la vendita è solo diretta ma stiamo valutando altri canali. Ad esempio stiamo tenendo in considerazione la possibilità della vendita on line ma è ancora tutto da vedere.

Venendo al rugby giocato, come sta procedendo il campionato?
Il campionato procede bene, ci stiamo togliendo molte soddisfazioni ed il gruppo è in costante crescita. Alcune nuove leve appena entrate in squadra stanno dando nuova linfa e saranno utilissime visto che nei prossimi mesi i nostri impegni andranno ad intensificarsi.

Grazie e in bocca al lupo!
Crepi il lupo!

 

(Visited 1.996 time, 3 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.