Gennaio, tempo di saldi, di anziane signore che portano carbone,  di terrificanti influenze e soprattutto per chi ama il calcio, è il periodo del temibile calcio mercato di riparazione.  Nel mondo viola ogni sessione di  mercato, che sia quello estivo o quello invernale, è da sempre una fonte inesauribile di storie, aneddoti e personaggi che chiunque abbia mai messo piede nel Franchi conosce benissimo, ecco qualche esempio.

L’elenco dei bidoni acquistati dalla Fiorentina meriterebbe una trattazione a parte, mi limito a citare due casi clamorosi:

Oscar Alberto Dertycia (sessione estiva 1989 -1990). Per lui i Conti Pontello versarono nelle casse dell’Argentinos 2 miliardi e 200 milioni di Lire, una cifra notevole per l’epoca. Fu più un caso umano che calcistico: arrivato fra mille aspettative e con una chioma che ricordava vagamente quella di uno dei componenti dei Cure, se ne andò dopo un solo anno terminando allo stesso tempo la sua esperienza nel calcio di alto livello e quella con i parrucchieri. Lo stress e il dispiacere di non essere riuscito ad esprimersi ai suoi livelli lo resero infatti calvo come un ginocchio (che per ironia della sorte riuscì a rompersi durante quell’infausto anno). (foto www.calciobidoni.it)

Mario Bolatti (sessione invernale 2009 – 2010), acquistato per circa 4 milioni di euro per la metà (!!!) dal Porto, rappresenta uno degli ultimi “capolavori” del mitico Pantaleo Corvino, ex Ds della Fiorentina. Bolatti è un giocatore mitologico, un centrocampista talmente lento che quando correva ti accorgevi della rotazione terrestre.  Fu mandato via con disperazione dopo un solo anno. Ora gioca in Brasile nell’Internacional di Porto Alegre, ma lui è talmente lento che pensa ancora di essere a Firenze. (foto sport.sky.it)

Savio Nserenko (sessione estiva 2009 – 2010), acquistato come uno dei prospetti più interessanti del calcio europeo per circa 3 milioni di euro, non ha mai giocato neanche un minuto in maglia viola. Ha raggiunto il vertice della sua carriera il Il 28 ottobre 2012 quando viene arrestato a Pattaya, in Thailandia, per aver inscenato un finto sequestro in modo da ricevere 25.000 € dalla sua famiglia, che gli servivano per pagare delle prostitute ( QUI la notizia). Ogni commento è superfluo. (foto sport.sky.it)

(Visited 173 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Niccolo Lapi

Nato a Firenze nel marzo 1983 è laureato in Storia e Tutela dei Beni Archeologici e in Archeologia Medievale e, visto che evidentemente non era bravo a prendere le strade più facili, ha deciso nel lontano 1991 di amare in maniera viscerale la Fiorentina.
Oltre a tutto questo è anche musicista, appassionato lettore, viaggiatore zaino in spalla nonché, quando capita l’occasione pessimo scrittore della propria biografia essenziale.