Carissimi amici e carissimi lettori, eccoci ancora una volta a commentare un’immagine che esemplifica in modo assolutamente non equivoco, se mai ce ne fosse stato bisogno, quanto noi fiorentini si sia sempre un passo avanti, molto avanti! Dunque, come al solito, si faceva due passi sul Lungarno e ci si beava della più bella vista del mondo quando, sullo splendido sfondo della Chiesa del Cestello, si palesavano a noi in tutta la loro forza evocativa (vedi foto) due nuovi geni fiorentini. Un ennesimo incontro al vertice che ci provoca un immediato tuffo al cuore! Folgorati, non abbiamo avuto il tempo di riflettere nemmeno un secondo prima di capire e cadere ammirati. Cosa abbiamo capito? Semplice, nella loro libera capacità d’espressione i due geni hanno ritratto, forse in modo inconsapevole ma di sicuro molto originale, l’attuale e futura situazione della nostra società e della nostra politica. Avete capito anche voi, vero? Destra e sinistra, è ovvio! Da qui a pochi giorni i fiorentini e gli italiani tutti saranno chiamati a pronunciarsi per le elezioni politiche nazionali. Come porsi quindi nei confronti di tali appuntamenti? Semplice, la soluzione ce la danno loro in maniera davvero esemplare. Bipolarismo puro alla fiorentina, senza sbarramento e senza vigili (come al solito), applicato al parcheggio: l’uno a destra, l’altro a sinistra! Bella prova di coerenza ed attaccamento ai propri valori. Noi rimaniamo estasiati. Chi dei due ha ragione? In quale direzione si andrà alla fine? Ai posteri, come sempre, l’ardua sentenza…

Aiutateci a scoprire nuovi geni fiorentini. Inviateci le vostre foto e segnalazioni a geniofiorentino@tuttafirenze.it

(Visited 48 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Lorenzo Montemagno

Nato nella città più bella del mondo, in un radioso primo di Giugno del secolo scorso, ha avuto l’avventura di essere adolescente negli ormai mitici anni ’80, quando la lotta armata degli “anni di piombo” lasciava gradualmente il posto alle lotte spaziali di Goldrake, Mazinga e Jeeg robot d’acciaio. Tra i Duran Duran e gli Spandau Ballet si era già fatta strada una passione ben più pregnante, quella per la satira.
Raggiunta la maggiore età comincia a collaborare come vignettista ed illustratore per libri e riviste. Tra le cose fatte si ricordano i tre anni della trasmissione televisiva “Allo Stadio con Gioia” che portò alla pubblicazione del piccolo volume “Dal paradiso al purgatorio e ritorno” che raccoglieva le migliori vignette apparse in video. Molte vignette sono apparse nei periodici “Tuttotifo”, “La Gazzetta Viola” e, più recentemente, la nuova edizione de “Il Brivido Sportivo” e sul Vernacoliere.

TESTTTTTTTTT

Coriandoli

TESTTTTTTTTTT

Babbo bastardo…