#Io resto a casa.

Ce lo sentiamo dire tutti i giorni e tutti i giorni lo diciamo anche noi. In molti, oltre a lavorare da casa, hanno provato a cimentarsi nell’arte della cucina, producendo pane, pasta per pizza, schiacciate di vario genere e altro ancora, avventurandosi anche in piatti più complessi. Insomma, la cucina è diventata il luogo dove sfogare le frustrazioni.
In molte realtà, i bambini sono coloro a cui il nostro sguardo si volge con attenzione maggiore.
Per questo voglio proporvi una ricetta semplice e molto appetitosa per bambini, ragazzi ma anche adulti, che segregati con noi, devono essere nutriti in modo più sano. Merendine, patatine e popcorn sono sicuramente diminuiti nel loro menu.

Vi propongo allora uno snack un po’ insolito e gradevole: i ceci cotti al forno, croccanti e saporiti, semplicissimi da fare, che possono sicuramente sostituire patatine e popcorn.

Ingredienti:

Ceci precotti 400g
Farina un cucchiaio
Paprika, rosmarino, origano, aglio, salvia e altre spezie… a voi la scelta
Sale e olio EVO q.b.

Prendete i ceci cotti e ben scolati, metteteli in una ciotola, aggiungete un filo d’olio EVO, le spezie che preferite (io ho messo paprika, ramerino e origano) e per finire il cucchiaio di farina. Mescolate bene il tutto.

Prendete una teglia da forno, posateci della carta da forno e sopra spargeteci i ceci.
Mettete in forno a 200° circa per 30/40 minuti; vi conviene dopo 30 minuti assaggiare se sono già croccanti.
Togliete dal forno e fate raffreddare, assaggiate, se sono sciocchi, aggiustate di sale.

Croccanti e saporiti al punto giusto, sono sicuro che i vostri bambini ne saranno ghiotti e non solo loro…!!!

Come sempre

Buon Appetito e fatemi sapere…

(Visited 84 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Stefano Poli

Nato a Prato, ma vivo a Firenze da sempre. Sommelier dal 1986, amante del buon cibo ed estimatore del buon vino. Viaggiatore singolare, proiettato alla scoperta di nuovi sapori, usanze e costumi diversi. Un piccolo aneddoto che mi riguarda: la soddisfazione di “aver pestato i piedi a Steven Spilberg durante un ricevimento a cui ero presente, come sommelier. Volete sapere qual è stata la sua reazione? Molto elegantemente, si è complimentato con me per la scelta dei vini.