«Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, decisione e velocità di esecuzione.» (Amici Miei)

Ci sono dei momenti, nella giornata di ognuno di noi, in cui capita di essere testimoni oculari di quelli che possiamo senza dubbio riconoscere come “colpi di genio”. Le forme ed i modi in cui queste “genialate” si materializzano sono praticamente infiniti, come infinita è la fantasia dell’essere umano in genere e del fiorentino in particolare. Quando accade poi di riuscire ad immortalare un tale momento, diviene quasi un obbligo morale fermarsi e procedere ad un’analisi dello stesso. Si prenda ad esempio la splendida immagine sottostante.
Categoria: parcheggio creativo! Cosa dire? Andare controcorrente nella vita è un diritto (non lo dite a noi fiorentini, che siamo “bastian contrari” di natura!); farlo sulla strada può invece presentare qualche problema. Quando però il genio si impossessa di noi anche un banale contromano può celare in sé la soluzione di un problema. Non ci sono parcheggi? Et voilà… Il genio della foto ha semplicemente ribaltato il problema e con abile manovra riesce a violare, in un colpo solo, una decina di articoli del codice della strada. Sosta vietata, in senso inverso a quello di marcia, su un incrocio e davanti ad un semaforo con svolta a destra. Come noi, anche i vigili urbani (a
proposito, ma dove sono in queste occasioni?) davanti ad una tale situazione, dovrebbero porsi una sola domanda: multa con ritiro della patente o premio per la migliore installazione al prossimo Festival della Creatività?

Aiutateci a scoprire nuovi geni fiorentini. Inviateci le vostre foto e segnalazioni a www.tuttafirenze.it

(Visited 148 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Lorenzo Montemagno

Nato nella città più bella del mondo, in un radioso primo di Giugno del secolo scorso, ha avuto l’avventura di essere adolescente negli ormai mitici anni ’80, quando la lotta armata degli “anni di piombo” lasciava gradualmente il posto alle lotte spaziali di Goldrake, Mazinga e Jeeg robot d’acciaio. Tra i Duran Duran e gli Spandau Ballet si era già fatta strada una passione ben più pregnante, quella per la satira.
Raggiunta la maggiore età comincia a collaborare come vignettista ed illustratore per libri e riviste. Tra le cose fatte si ricordano i tre anni della trasmissione televisiva “Allo Stadio con Gioia” che portò alla pubblicazione del piccolo volume “Dal paradiso al purgatorio e ritorno” che raccoglieva le migliori vignette apparse in video. Molte vignette sono apparse nei periodici “Tuttotifo”, “La Gazzetta Viola” e, più recentemente, la nuova edizione de “Il Brivido Sportivo” e sul Vernacoliere.