dark side of italian tomatoe

Siamo sulla stessa barca, anzi nello stesso piatto: dal 15 al 17 aprile al Cinema Odeon la terza edizione della rassegna dedicata a cinema, cibo e videodiversità.

Se ci fosse un filo logico che unisce le esportazioni di pomodori dell’Italia in Africa con le migrazioni dall’Africa all’Italia? Questo è solo uno dei tanti interrogativi a cui il festival “Tutti nello stesso piatto” cerca di rispondere. La terza edizione della kermesse cinematografica sul consumo consapevole va in scena al Cinema Odeon di Firenze dal 15 al 17 aprile.
Finanziata al 100% dai gruppi di acquisto solidale (GAS) toscani e da aziende sensibili al tema, la rassegna raccoglie una decina di pellicole prodotte in diverse parti del mondo (compresa una finanziata dal neopremio Oscar impegnato Leonardo Di Caprio), ognuna delle quali fa luce su una porzione del percorso fatto dai prodotti alimentari, dal campo alla tavola. A chiudere il weekend il docufilm di Mimmo Calopresti “Socrates uno di noi”, alla presenza del regista.
Ecco la programmazione giorno per giorno.

Venerdì 15
h. 17:00 PEPLI LIVE di Anusha Rizvi;
Ispirato a una storia vera nel villaggio indiano di Peepli: due contadini poveri rischiano di perdere la loro terra per un prestito del governo non pagato. Disperati, cercano l’aiuto di un politico locale apatico che suggerisce di suicidarsi. Talvolta la realtà sa essere più tragicomica di qualsiasi immaginazione.
h. 20:30 HUMAN di Yann Arthus-Bertrand;
Il fotografo delle spettacolari immagini dall’alto, stavolta è sceso tra gli uomini: 2 anni a fotografare e intervistare persone da ogni parte del mondo, un film toccante fatto di storie sullo sfondo di foto ed immagini stupende. Il paesaggio umano rappresentato dimostra che la bellezza è ovunque intorno a noi, basta saperla cogliere. (Ai primi arrivati sarà offerto un omaggio).

Sabato 16
h. 16:30 UNLEARNING di Lucio Basadonne, Anna Pollio e Gaia Basadonne;
Un documentario sulla fiducia, su un’Italia di uomini, donne e bambini che, all’omologazione hanno risposto facendo della propria esistenza un inno alla diversità per aprirsi al cambiamento.
h. 18:30 THE DARK SIDE OF THE ITALIAN TOMATOES (docuweb) di Stefano Liberti e Mathilde Auvillain;
Che legame c’è tra i pomodori italiani esportati in Africa e gli sbarchi di migranti africani in Sicilia? Il documentario getterà luce sulla sconvolgente connessione tra l’esportazione dei pomodori dall’Italia all’Africa e l’arrivo di migranti in Europa.
Il regista Stefano Liberti sarà presente in sala ad introdurre la proiezione
h 21:00 CESAR CHAVEZ di Diego Luna;
La storia di Cesar Chavez, attivista messicano, che a costo di grandi sacrifici personali si fa carico di mettere fine al vergognoso trattamento a cui sono costretti quasi 50 mila lavoratori, combattendo contro lo strapotere dei latifondisti californiani. Un film che svela i retroscena di una prassi purtroppo sempre attuale

Domenica 17
h. 16:30 COWSPIRACY di Kip Andersen e Keegan Kuhn;
Prodotto da Leonardo di Caprio. Gli allevamenti industriali sono considerati come la principale causa di deforestazione, consumo d’acqua, inquinamento e produzione di effetto serra. Riuscirà il mondo a capirlo prima che sia troppo tardi? E se la scelta di essere vegetariani non fosse solo una questione personale, ma anche di consapevolezza sostenibile?
h 18:30 SUGAR BLUES di Andrea Culkova;
La regista è incinta e le diagnosticano il diabete gestazionale, deve evitare qualsiasi forma di zucchero raffinato ma lo zucchero è ovunque. Una storia tragicomica, intima e coinvolgente che pone molti dubbi su un ingrediente anche troppo comune nella nostra cucina.
a seguire GREECE DAY OF CHANGE di Elena Zervopoulou;
Tre greci che cercano di prendere il loro destino nelle proprie mani. Potrebbe essere questa crisi la nostra occasione per rimettere in discussione tutto, reinventare noi stessi e la nostra società per ritrovare la pratica della solidarietà e la democrazia diretta? La Grecia non è lontana e i protagonisti sono qui per darci coraggio e forza.
h 21:00 SOCRATES UNO DI NOI di Mimmo Calopresti e Marco Mathieu;
Il campione del Brasile e della Fiorentina diede vita tra il 1982 e il 1983 alla famosa Democrazia Corinthiana, dove di fatto giocatori e allenatore autogestivano insieme la squadra di San Paulo del Corinthians e fecero del calcio uno strumento di lotta politica per l’uscita definitiva del Brasile dalla dittatura militare.
Saranno presenti i registi in sala ad introdurre la proiezione.

BIGLIETTI:
– Intero: 7€
– Ridotto: 5€ – studenti con tessera, lettori di Terranuova (presentarsi con rivista), biglietti acquistati in prevendita attraverso il circuito GAS (contattare +39 3281340927). Si ricorda che questi ultimi vanno cambiati alla cassa del cinema con il biglietto.
– Abbonamento totale: 24€
– Biglietti in prevendita online su www.odeonfirenze.it
L‘ingresso singolo include da una a due proiezioni, alcune in lingua originale (con sottotitoli), per una durata complessiva di circa 1h 30’ di visione

(Visited 49 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Francesca Puliti

Giornalista, blogger, social media addicted.