A Scandicci, su via Pisana, direzione Lastra a Signa, leggermente defilato dalla strada principale troviamo “Claudino”.
Sulle pareti del chiosco troneggia il motto “Claudino, il re del panino”, sorvolando sulle capacità poetiche dell’ideatore non posso che confermare tale affermazione.
Pensato per sfamare lavoratori di ogni categoria, Claudino offre porzioni a dir poco garguantesche e vari menù veramente convenienti. In primis gli hamburger, enormi, forniti da una macelleria di zona. Da assaggiare assolutamente. Sempre di ottima qualità gli altri panini tolto, purtroppo, l’amato lampredotto che molto spesso viene servito non cotto bene e insipido. Scelta forse discutibile il tenere poche salse per condire i panini, ma tant’è.
E’ possibile poi scegliere in una vasta gamma di primi abilmente scaldati e conditi in padelle incrostate da anni e anni di sughi vari.
Insomma, con una spesa ben inferiore ai dieci euro possiamo fare un pranzo completo.
Per la gioia di operai, impiegati, segretarie e camionisti che tutti i giorni lavorativi prendono d’assalto questo chiosco capeggiato da, appunto, Claudino. Ragazzone grande e grosso con immancabile cappellino a tesa addetto alla confezionatura di panini e hamburger, aiutato da due più anziani personaggi (non ho capito se sono parenti o che altro) addetti ai primi, al lampredotto e alla cassa.
Spassosi i momenti di maggior afflusso di gente dove i due vanno in difficoltà riuscendo a bruciare qualsiasi cosa e sbagliare i resti. Vi lascio immaginare la delicatezza del servizio in questi casi: panini lanciati, condimenti sbattuti sono il tentativo di recuperare un enorme ritardo nel servizio.
Infatti la celerità non è una delle caratteristiche di Claudino, soprattutto nei momenti di massimo afflusso, mette in discussione qualsiasi orario di rientro dalla pausa pranzo. Aggiungiamo poi al cocktail una variegata folla di avventori, tra abitudinari e di passaggio, ed otteniamo un pranzo da ricordare!

(Visited 425 time, 1 visit today)
Share

Dicci la tua

Alessandro Fantini

Fiorentino di terza generazione, divoratore di libri e fumetti, instancabile frequentatore di cinema e pub. Tifoso sfegatato di rugby, collezionista compulsivo, amante dei tatuaggi.
Poi ho anche dei lati positivi.